Carpi: caldo, numero verde attivo per luglio ed agosto

Per il terzo anno consecutivo i comuni facenti del Distretto Ausl di Carpi hanno approntato il Piano d’azione contro il caldo: la novità di quest’anno è l’attivazione di un numero verde gratuito, sia per i
telefoni fissi che per i cellulari, l’800.312.312, attivo dal 1° luglio al 31 agosto dalle ore 7.30 alle ore 19.30 anche nei festivi, collegato ai Centri operativi dei singoli comuni.

Il numero verde 800.312.312 fornisce informazioni sulle misure personali di contrasto al caldo, indirizza il cittadino alla rete dei servizi territoriali appositamente
predisposti ed effettua telefonate di monitoraggio ai numeri segnalati
dai Servizi sociali. Nelle ore notturne e per l’emergenza sanitaria
rimangono comunque a disposizione i numeri del Pronto Soccorso (118) e
della Guardia Medica (059 659342).
Le altre iniziative previste dal Piano d’azione sono la diffusione di
depliant informativi, la mappatura degli anziani a rischio oltre ad
interventi di sollievo a chi a casa propria non resiste per le alte
temperature. Il Piano è stato elaborato dall’Unione dei Comuni ‘Terre
d’Argine’, che raggruppa Carpi, Campogalliano, Novi e Soliera, in
collaborazione con l’Azienda Usl Distretto di Carpi e il volontariato,
in accordo con i sindacati. E’rivolto in particolare alle persone
anziane o in condizioni di fragilità socio-sanitaria, che vivono cioè
sole o non sono autosufficienti: il Piano istituisce Centri Operativi
Territoriali nei singoli comuni e prevede l’adozione di interventi ad
hoc nelle situazioni di emergenza, ovvero quando scatti l’allarme caldo
così come definito dall’Arpa regionale.


In questi giorni arriverà nelle case degli ultra 75enni una lettera
firmata dagli assessori alle Politiche Sociali dei singoli comuni e che
fornisce indicazioni semplici e sintetiche, informa dell’esistenza del
numero verde e degli altri numeri utili in caso di bisogno. Un opuscolo
preparato dall’Ausl con tutte le informazioni relative alle misure da
adottare per affrontare al meglio le problematiche legate al caldo è
stato distribuito oltre che in tutti i centri aggregativi anche nelle
frazioni, nelle farmacie e negli ambulatori dei medici di base. Su
richiesta è disponibile anche una versione multilingue di questo
depliant, destinata al personale privato di cura non italiano.

E’ infine
ormai completata la mappa degli anziani over 75 che vivono soli o con
altri anziani e non hanno figli vicini, segnalati anche dai medici di
base o dall’ospedale ‘Ramazzini’. Questa mappa comprende anche soggetti
che si trovino in situazioni di fragilità socio-sanitaria e include
tutti coloro che già utilizzano i servizi di assistenza, a prescindere
dall’età.
In caso di allarme per protratte ondate di calore i Centri Operativi
Territoriali dovranno attivare, organizzare e coordinare la rete dei
servizi, indicare i criteri per il contatto delle persone a rischio,
attivare i punti climatizzati o comunque freschi dove indirizzare le
persone, predisporre un piano di trasporti e di consegna pasti o
medicine a domicilio. In caso di emergenza è pronto anche un piano di
utilizzo parziale e temporaneo dei centri diurni e delle case protette
per le persone a rischio, estendendo questa possibilità anche a centri
sociali o altri luoghi che garantiscono condizioni microclimatiche di
sollievo ed una attenzione e supervisione generale alle condizioni delle
persone a rischio.


I servizi attivati per l’emergenza caldo nel territorio dell’Unione dei
Comuni ‘Terre d’Argine’ sono organizzati nei diversi centri dagli
assessorati ai Servizi sociali in collaborazione con Croce Rossa, Croce
Blu, le case protette e i gruppi di volontariato Il Faro, Il Ponte,
Contatto, Arci, Auser, Centro Solidarietà anziani di Rovereto.
Informazioni utili sono anche presenti sul sito Internet
www.terredargine.it