Codacons denuncia tassisti alle Procure per disagi odierni

“Inaccettabili”. Così il Codacons giudica le proteste messe oggi in atto in tutta Italia dai tassisti, che stanno procurando pesanti disagi alla cittadinanza.
Ma i consumatori non staranno a guardare – minaccia il Codacons. L’associazione infatti sta predisponendo una serie di esposti alle Procure di Milano, Roma, Torino e Genova, cui si aggiungeranno le altre città interessate nelle prossime ore dalle agitazioni, e alla Commissione di garanzia sugli scioperi.


“Chiediamo alla magistratura di verificare se il comportamento odierno dei tassisti e le varie proteste che stanno creando evidenti disagi alla cittadinanza configurino eventuali illeciti, come turbativa di pubblico servizio o blocco stradale, quest’ultimo in riferimento ai gravi rallentamenti della viabilità a Roma – afferma il Presidente Codacons Carlo Rienzi – E alla Commissione di garanzia sugli scioperi di intervenire punendo severamente i trasgressori delle norme vigenti”.

Non solo. I cittadini penalizzati da queste forme assurde ed improvvise di protesta possono chiedere equi indennizzi dinanzi al Giudice di Pace. Per questo il Codacons invita gli automobilisti intrappolati nei rallentamenti causati dai taxi a Roma e i passeggeri che negli aeroporti delle varie città hanno subito disagi, a chiedere ai responsabili il risarcimento dei danni subiti.