Filippi (FI) l’Autostrada Cispadana si farà?

Domani mattina è in discussione in Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna la delibera “Proposta all’Assemblea legislativa di approvare il Programma per la realizzazione delle autostrade regionali – Individuazione dell’autostrada Cispadana”.

“La Giunta regionale ha dichiarato in questi giorni – afferma Filippi – che la Cispadana si farà, dopo anni di silenzio se non di ostruzionismo malcelato, sembra muoversi qualcosa per la viabilità regionale, almeno da un punto di vista politico.
In Commissione Territorio Ambiente e Trasporti ho ascoltato le dichiarazioni della giunta, si è detto che sarebbero pronti nel cassetto 300 milioni di Euro da investire nel nuovo tratto autostradale Reggiolo-Ferrara, 30 milioni all’anno per 10 anni, non si è detto come mai fino a sei mesi fa, cioè prima delle elezioni politiche la giunta anziché accelerare sull’autostrada regionale e su altre opere strategiche, tirava il freno a mano con due mani.
La Regione Emilia-Romagna ora finanzierebbe il 30% dell’opera e il restante 70% dovrebbe arrivare dai privati attraverso il project financing.
Forza Italia è da sempre favorevole allo sviluppo, alla realizzazione di opere utili alla collettività, come quelle in discussione che diminuiscono l’inquinamento atmosferico, i consumi di carburante ed anche i pericoli d’incidente stradale.
Se il progetto andasse in porto, una buona parte del traffico stradale che quotidianamente intasa l’autostrada del Sole, verrebbe convogliato dall’A1 al nuovo asse Cispadano.
Non scordiamoci poi che molti tratti di tale superstrada sono stati appaltati e realizzati dal governo Berlusconi.
Ad esempio i lavori delle sovrastrutture stradali e delle opere di finitura del tratto cispadano: Boretto-Brescello-Gualtieri per un importo di circa 20 milioni di Euro sono stati appaltati all’inizio dello scorso anno dall’ Anas ad una ditta reggiana ed una cooperativa modenese.
La nostra preoccupazione è che i proclami di oggi della giunta regionale, siano invece annunci politici e come tali non del tutto attendibili.

Il progetto definitivo non è stato approvato, al momento esiste solo una dichiarazione di intenti della Giunta regionale.
Durante il governo Berlusconi, la nostra Regione è stata l’ultima a firmare gli accordi con il governo per la realizzazione delle infrastrutture strategiche previste nella legge obiettivo, perdendo finanziamenti ed opere necessarie allo sviluppo del nostro territorio.
Eravamo abituati all’ostruzionismo irresponsabile della Regione nei confronti del Governo Berlusconi.
La Regione Emilia-Romagna teneva bloccate le opere per screditare l’operato del governo.
Non ci piace il modo della sinistra di fare politica e affrontare importanti problemi.
Aspetteremo Errani al varco per capire se almeno una volta i suoi proclami avranno un seguito o se invece si tratta solo di annunci in vista di possibili nuove tornate elettorali!”

(il Consigliere regionale di Forza Italia Fabio Filippi)