L’Icef chiede collaborazione a Reggio Emilia

L’ICEF (International Court of the Environment Foundation) ha invitato l’Ufficio di diritto ambientale del Comune di Reggio Emilia a collaborare ad un progetto di comunicazione
giuridica ambientale internazionale.

ICEF, la nota fondazione internazionale costituita a
Roma nel 1992, ha come obiettivo fondamentale quello di promuovere la creazione d’una
Corte Internazionale per l’Ambiente, in grado di pronunciare decisioni vincolanti, in nome
della comunità internazionale, nei casi di reati contro l’ambiente.

Un onore per il Comune di Reggio Emilia, un riconoscimento di questo importante
organismo internazionale al lavoro svolto dall’Ufficio di diritto ambientale reggiano.
La collaborazione di Reggio Emilia – in forma di scambio culturale a titolo gratuito – è
legata alla ristrutturazione del sito internet dell’ICEF, che, entro la fine di agosto prossimo,
sarà in rete. Lo stesso Ufficio diritto ambientale del nostro Comune verrà inserito nel sito ed entrerà così nel circuito internazionale di scambio di informazioni e dati giuridici.

Il coinvolgimento del Comune di Reggio Emilia in questo importante progetto di comunicazione giuridica ambientale, a livello internazionale, potrà essere seguito da tutti i
cittadini consultando il seguente sito internet:
Municipio Reggio Emilia.
Su sito verranno riportate tutte le attività dell’ICEF, nonché i documenti elaborati durante le
conferenze internazionali, i partecipanti e i referenti nazionali in tutta Europa, gli sviluppi
principali del lavoro della fondazione e tutti gli eventi ad essa collegati.

La veste grafica sarà più ricca e suggestiva nelle immagini, ma soprattutto renderà più facile
ed agevole la consultazione. Numerose saranno le novità, quali la possibilità di interagire
con la fondazione, inserendo proprie idee e commenti, effettuando donazioni, richiedendo
informazioni sui libri e le ricerche pubblicate dall’ICEF.

Alle attività dell’ICEF e dell’Ufficio di diritto ambientale reggiano (in particolare il
seminario Il danno ambientale nella dimensione nazionale e internazionale, tenutosi a
Reggio Emilia in Sala Tricolore nel maggio 2005), ha partecipato attivamente anche
Celestina Tinelli, avvocato reggiano, eletta nei giorni scorsi membro laico del Consiglio
Superiore della Magistratura (CSM).