In piazza a Bologna oltre 60.000 persone per i Mondiali

E’ esplosa la gioia della festa in piazza Maggiore per la vittoria dell’Italia ai campionati mondiali. Gli oltre 30 mila tifosi che si erano radunati per assistere alla finale con la Francia, sono raddoppiati nel giro di poc e hanno iniziato una festa ininterrotta fatta di caroselli tricolore, petardi, fumogeni e tamburi.


La gente ha occupato le centralissime via Rizzoli, via Zamboni e via Indipendenza. In gran parte giovanissimi, ma anche famiglie con bambini e tifosi di ogni età che continuano a sventolare tricolori e a cantare l’inno di Mameli, attorno alla statua del Nettuno. I viali di circonvallazione si sono intasati di auto che hanno tentato l’ingresso al centro ma sono state respinte a causa dei divieti decisi prima della partita.

C’e’ stato pero’ lavoro per il 118 con diversi interventi soprattutto in piazza Maggiore vicino al maxi schermo. Un uomo è rimasto ferito in via Cimabue, di striscio, per un colpo sparato, probabilmente da un’arma usata per i fuochi d’artificio, esplosi proprio per festeggiare la vittoria degli azzurri.

Un giovane è poi caduto pesantemente a terra mentre tentava di arrampicarsi sulla tettoia davanti all’ingresso del Monte dei Paschi in via Rizzoli. In piazza Re Enzo la fontana del Nettuno e’ stata preservata dagli assalti da uno schieramento di finanzieri.