A Bomporto concerto d’archi per ‘Lungo le antiche sponde’

Sarà preceduto da una visita guidata alla Darsena, il concerto d’archi “Tra antico e moderno” in programma domani, mercoledì 12 luglio, alle 21, a Bomporto nell’ambito della rassegna “Lungo le antiche sponde”.

L’appuntamento per la visita all’area del fiume Panaro, in un tour che comprende anche il vicino centro storico, è per le 20 con prenotazione (tel. 059 909780). Il concerto del quartetto d’archi Pegaso, invece, è a ingresso libero e si svolge in via Naviglio; in caso di maltempo nel Teatro comunale.

La rassegna è promossa dalla Provincia di Modena, dall’Unione Comuni del Sorbara e dai Comuni di Ravarino, San Cesario, Bastiglia, Nonantola, Bomporto e Spilamberto con il contributo della Regione e la direzione artistica di Davide Burani e Andrea Candeli.

I quattro concertisti (Sebastian Mannutza primo violino, Eulalia Grillo secondo violino, Debora Giacomelli alla viola e Vincenzo De Franco al violoncello) propongono un programma musicale che spazia da Haendel e Mozart, fino a Piazzolla, Mancini e Steve Wonder. Conclude il concerto una suite sudamericana con “La cumparcita” di Rodriguez, “Perfidia” di Dominguez, “Por una cabeza” di Gardel, e “El cumbanchero” di Hernandez. A fare da contrappunto ai brani, alcune poesie recitate da Lorenzo Sentimenti.

Il quartetto Pegaso, nella formazione rinnovata nel 2004 dopo dieci anni di attività con concerti e serate di gala, è composto da musicisti che, tutti con esperienza in orchestre in Italia e all’estero, hanno partecipato a corsi di formazione per la musica da camera e sanno coniugare sonorità classiche e la curiosità per l’interpretazione di brani moderni.

L’attenzione alla musica sudamericana deriva anche da una serie di concerti in Brasile sia al Consolato italiano di Rio de Janerio sia a Porto Real.