Bologna: conferenza spettacolo di Hera

Mercoledì sera alle 21.30 piazza Santo Stefano a Bologna ospiterà il terzo di cinque appuntamenti gratuiti promossi da Hera nelle principali piazze delle città dell’Emilia-Romagna (dopo Modena, Ferrara e Bologna seguiranno Rimini, il 24 agosto, e Cesena, il 12 settembre), nell’ambito della campagna ‘Dire Fare Differenziare’; sul palco ci sarà Mario Tozzi, conduttore del programma televisivo ‘Gaia, il pianeta che vive’, che terrà una conferenza scenica dedicata al tema dei rifiuti come risorsa.

E’ possibile finalmente liberarsi delle discariche, non solo quelle abusive? Si possono considerare i rifiuti come risorsa piuttosto che come scarto? E infine, si può recuperare energia dai rifiuti senza produrre gli inquinamenti atmosferici dei vecchi inceneritori di cui molti hanno timore? A queste domande, Tozzi cercherà di rispondere mostrando esempi concreti e soluzioni che vanno nella direzione di una moderazione dei consumi, del rifiuto della regola usa e getta. Monologhi sulla raccolta differenziata, dalla nascita ad oggi, che con la formula della conferenza-spettacolo metteranno in scena diversi piani narrativi.
Su un palcoscenico di 20 metri, ogni racconto sarà accompagnato da immagini a tema, foto, filmati, numeri, effetti speciali, simulazioni che appariranno proiettate su uno schermo di 6×10 metri alle spalle del narratore, rafforzando visivamente i contenuti del monologo e dando la possibilità al pubblico di interagire, ponendo domande e pensieri.

Dopo gli spot televisivi con i protagonisti della Gialappàs e una campagna di comunicazione che si è avvalsa di affissioni e inserzioni, il Gruppo Hera attraverso le conferenze sceniche scientifiche e ad un testimonial come Tozzi vuole contribuire – spiega – “a far chiarezza su un tema importante quale quello dei rifiuti, contribuendo a diffondere informazioni trasparenti e soluzioni perseguibili che rispondano alle curiosità e ai dubbi della collettività”.

L’iniziativa nel capoluogo emiliano rientra nel cartellone di ‘Bologna Estate’.