Modena: edilizia, firmato nuovo contratto provinciale

È stato firmato l’accordo integrativo provinciale dei lavoratori dell’edilizia. A Modena e provincia sono interessati circa 12 mila addetti occupati nelle imprese di costruzioni aderenti ad Ance-Confindustria e Collegio imprenditori edili-Api, Confcooperative, Legacoop e Agci, Cna e Lapam.


«Anche se la trattativa è durata sei mesi, è importante sottolineare la presenza al tavolo di tutte le associazioni imprenditoriali del settore – commenta con soddisfazione la Flc (Federazione lavoratori delle costruzioni), la sigla unitaria dei sindacati Filca-Cisl, Fillea-Cgil e Feneal-Uil modenesi – Questo ha consentito di definire costi e norme comuni, confermando il criterio dell’unicità delle regole per le imprese che operano sul mercato in regime di concorrenza».


Nella parte salariale il nuovo contratto prevede dal 1° luglio 2006 un aumento dell’elemento economico territoriale del 3 per cento sulla paga base (pari a 23,34 euro mensili lordi al terzo livello); dal 1° settembre 2007 scatta un ulteriore aumento del 4 per cento (circa 31,13 euro, sempre al terzo livello). Vengono, inoltre, adeguate le indennità territoriali relative a mensa, trasferta e trasporto; un aumento consistente è stabilito per le prestazioni delle Casse Edili (indennità caso morte, assegni di studio, spese sanitarie, cure climatiche per i figli dei lavoratori).


«Oltre agli adeguamenti salariali, un elemento qualificante dell’accordo è la definizione di una sorta di premio per le imprese virtuose, quelle cioè – spiegano i segretari provinciali di Filca-Fillea-Feneal Domenico Chiatto, Sauro Serri e Bruno Solmi – in regola con i versamenti di tutti i contributi e che non hanno subito denunce per utilizzo di lavoratori irregolari. Per queste imprese è prevista una riduzione contributiva dello 0,40 per cento». Infine sono state definite nuove norme sull’operatività degli Rlst (rappresentanti territoriali dei lavoratori per la sicurezza), per semplificare il loro accesso ai cantieri e rendere più efficace l’azione di prevenzione degli infortuni e il controllo delle misure per la sicurezza e tutela.