Il Porretta Soul Festival su web e Casper

Assistere in diretta al concerto del gruppo preferito, dal salotto di casa, senza obbligo di biglietti e file ai botteghini. Semplicemente collegandosi a internet o accendendo la TV, su “Casper”, canale di servizio pubblico dell’Emilia-Romagna in digitale terrestre.

Questo sarà possibile dal 20 al 23 luglio quando, per quattro giorni, Porretta Terme (BO) diventerà ancora una volta la capitale italiana del Soul, ospitando la diciannovesima edizione del Porretta Soul festival, dedicata alla memoria di Otis Redding. L’iniziativa, a cui potranno assistere attraverso la rete circa tre milioni di cittadini dell’Emilia-Romagna, è stata presentata questa mattina in Regione, alla presenza degli assessori regionali alle attività produttive Duccio Campagnoli e alla cultura Alberto Ronchi, del direttore artistico del Festival Graziano Uliani, del cantautore Andrea Mingardi, e dei celebri musicisti che si esibiranno al Festival Wayne Jackson dei Memphis Horns e Charlie Wood, dei Maestri Maurizio Tirelli e Giancarlo Gualdi, che hanno accompagnato i musicisti nell’esibizione del brano “Georgia”.
Come per le due precedenti edizioni del Festival, la Regione Emilia-Romagna ha inteso coniugare la promozione di un importante evento culturale con le grandi potenzialità offerte dalle nuove tecnologie, riproponendo le serate del Festival in streaming audio video attraverso Lepida, la rete telematica regionale a banda larga in corso di realizzazione sul territorio regionale e su Lepida TV, il portale televisivo del progetto Casper (Canale di Servizio pubblico Emilia-Romagna) che sta sperimentando l’utilizzo del segnale televisivo in digitale terrestre per offrire servizi e informazioni della Pubblica amministrazione.



“La tecnologia sarà al servizio della musica – ha detto l’assessore alle attività produttive Duccio Campagnoli – per trasmettere questo meraviglioso messaggio ma anche per ribadire le possibilità straordinarie che questa rete puo’ offrire, come quella di far conoscere in tutto il mondo il Porretta Soul Festival. La novità di quest’anno – ha aggiunto Campagnoli – sarà la sperimentazione della trasmissione del Festival anche sulla tv digitale terrestre: un altro strumento importante per far usufruire delle nuove tecnologie telematiche anche i cittadini che guardano semplicemente la tv e non usano il computer”.



Per assistere al Porretta Festival via Internet basterà collegarsi al sito della manifestazione o al portale della Regione o ai principali portali istituzionali che collaborano all’iniziativa. Mentre gli emiliano-romagnoli che al mouse preferiscono ancora il telecomando potranno godersi il Festival, sempre in diretta, sintonizzandosi (attraverso il decoder) sulle frequenze digitali di Telesanterno e Italia7Gold che già trasmettono il canale di servizio LepidaTV, sperimentazione “CASPER”.
L’iniziativa è organizzata in collaborazione con i principali Comuni e le Province dell’Emilia-Romagna che potranno diffondere il Porretta Festival inserendo sui propri portali istituzionali un link alla manifestazione, all’indirizzo http://porretta.redirectme.net/porretta06
Oltre alle Amministrazioni locali, hanno aderito alla proposta della Regione anche l’Università di Bologna (www.unibo.it) e l’Associazione commerciale Italia-USA (www.italianchamber.us) che richiameranno l’evento con un link dalle rispettive home page.

E, per finire, anche coloro che non potranno collegarsi a Internet o assistere in TV in diretta, nei giorni successivi avranno la possibilità di ascoltare i concerti del Porretta Festival sul sito www.radioemiliaromagna.it, la radio regionale dedicata agli emiliano-romagnoli nel mondo, oppure scaricare i file mp3 in podcasting (in differita, a qualsiasi ora) seguendo le istruzioni indicate sul sito.