Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena riconoscimento erga omnes

A sei anni dalla sua costituzione, il Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena – che ha come scopo la tutela e la valorizzazione delle IGP Zampone Modena e Cotechino Modena – ha ottenuto il cosiddetto riconoscimento erga omnes.

È stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 27 giugno scorso il Decreto n. 64374 del 9 giugno 2006 con il quale il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – preso atto dell’alta rappresentatività del Consorzio rispetto a tutta la filiera – concede il riconoscimento erga omnes. Tale riconoscimento è conferito a quei consorzi di tutela che dimostrino di avere una alta rappresentatività del comparto e consente di esercitare poteri “pubblici” nell’azione di valorizzazione del prodotto tutelato e di informazione del consumatore.



Il Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena avrà così la facoltà di agire su tutta la filiera dei prodotti Zampone Modena e Cotechino Modena IGP (Indicazione Geografica Protetta), anche verso i soggetti non consorziati; disporrà di maggiori poteri di vigilanza, grazie anche a propri agenti “vigilatori” che saranno in grado di redigere verbali di contestazione a fronte di abusi, atti di pirateria e contraffazione. Potrà inoltre farsi promotore di programmi per migliorare la qualità delle produzioni in termini di sicurezza igienico-sanitaria, caratteristiche chimiche, fisiche, organolettiche e nutrizionali del prodotto tutelato.
Infine, il riconoscimento del Consorzio consentirà di svolgere le funzioni indicate dal recente decreto legislativo sulle sanzioni in tema di prodotti DOP – IGP.



“Esprimiamo grandissima soddisfazione per il riconoscimento ottenuto, atteso da tempo.” – ha affermato Paolo Ferrari, Presidente del Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena – “Il Consorzio è da tempo impegnato attivamente, a tutti i livelli, per raggiungere questo obiettivo. È quindi una grande vittoria, che dà conferma della nostra azione a favore della qualità a vantaggio del consumatore.”



La denominazione IGP


Il logo “IGP” (Indicazione Geografica Protetta) identifica un prodotto originario di una regione e di un paese specifici, la cui qualità, reputazione e caratteristiche si possano ricondurre all’origine geografica e, di cui almeno una fase della produzione, della trasformazione o dell’elaborazione, avvenga nell’area delimitata.
Il riconoscimento comunitario costituisce una valida garanzia per il consumatore che acquistando prodotti contrassegnati dal “marchio” IGP sa di acquistare alimenti di qualità, che devono rispondere a determinati requisiti e sono ottenuti nel rispetto di precisi disciplinari adeguatamente controllati da INEQ (Istituto Nord Est Qualità), l’Ente di controllo riconosciuto dal Ministero. Il riconoscimento europeo costituisce dall’altro lato una tutela anche per i produttori nei confronti di eventuali imitazioni e concorrenti sleali (agro-pirateria).



Il Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena


Il Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena si è costituito nel 2001 a Milanofiori (Milano), dopo un articolato percorso iniziato nel 1999, anno in cui i due prodotti hanno ottenuto l’ambito riconoscimento europeo IGP (Indicazione Geografica Protetta) con il regolamento della Commissione Europea n. 509/1999. Il Consorzio,che ha come scopo la tutela e la valorizzazione dello Zampone Modena e del Cotechino Modena IGP, conta oggi 22 aziende, che rappresentano i principali produttori dei due prodotti IGP. La produzione dell’anno 2005 ha superato i 4.700.000 kg.