Cpt come lager? Interviene Leoni (FI)

“Continua senza soste, in preda ad un vero e proprio delirio ideologico, la scellerata campagna d’odio contro i CPT. Chi definisce i CPT di Modena e Bologna come dei lager o è miope o è in mala fede”. Non usa mezzi termini il Consigliere regionale di Forza Italia dell’Emilia Romagna Andrea Leoni, sulla volontà della sinistra riguardante i Centri di Permanenza Temporanea presenti in Emilia Romagna.


“La volontà della sinistra, ribadita ieri da rifondazione comunista e dalla sinistra radicale e antagonistra di chiudere i Centri di Permanenza Temporanea per clandestini, è totalmente irresponsabile.
Sappiamo bene cosa vuole l’Unione in tema di immigrazione. Vuole frontiere aperte e diritto di voto a tutti gli immigrati. Più diritti, più case e nessun dovere per gli extracomunitari che corrispondono a meno diritti, più doveri e più insicurezza per i cittadini onesti che lavorano e pagano le tasse.
Con la sinistra che vuole chiudere i CPT ogni clandestino avrà la certezza di arrivare in Italia e di rimanerci e la richiesta di chiusura dei CPT va esattamente in questa direzione facendoci ben capire la mancanza totale di senso delle istituzioni che regna a sinistra.
Forza Italia ritiene che i CPT siano strumenti indispensabili nel contrasto all’immigrazione clandestina e i risultati ottenuti dal Governo Berlusconi ne sono la conferma. Di fronte a tanta irresponsabilità politica, Forza Italia continuerà a difendere in ogni sede i CPT dagli attacchi di chi vuole cancellarli”.