Sassuolo è la città più calda della provincia

ll servizio ARPA ha confermato l’ondata di calore con un picco per la giornata di oggi, sabato 22 luglio, ma che rischia di protrarsi fino a martedì 25 luglio nell’aree del centro nord della provincia, evidenziando con il colore marrone (che identifica la zona a più alto rischio disagi) proprio Sassuolo. Si tratta di un periodo sufficientemente lungo per determinare possibili conseguenze negative sulle categorie di persone a più alto rischio: anziani soli, bambini e disabili.


“I questi casi – afferma l’assessore ai Servizi Sociali – è indispensabile osservare scrupolosamente le regole dettate per sopportare meglio il pericolo caldo: poche e semplici regole che, mai come in questo caso, possono salvare la vita”.


Innanzitutto è necessario bere molto: soggiornare in ambienti freschi e ventilati; indossare indumenti naturali e leggeri; fare più docce di acqua tiepida o fresca al giorno; consumare pasti leggeri; mangiare frutta e verdura ed evitare caffè, te, bevande zuccherine ed alcoolici.


Altre semplici regole da osservare fuori e dentro casa mettono al riparo dai colpi di calore. In casa: Usare tende, chiudere le imposte, usare ventilatori facendo circolare bene l’aria, fare docce o bagni tiepidi rinfrescanti, non rimanere senza scorte di acqua e frutta e verdura.


Fuori casa: evitare, per quanto possibile, di uscire durante le ore di maggiore insolazione (dalle 13.00 alle 18.00), Utilizzare sempre capelli o copricapo
“Buona norma, soprattutto per gli anziani che vivono lontano dai figli – prosegue l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Sassuolo Susanna Bonettini – è quella di non restare isolati: vicini, parenti e amici dovrebbero sempre rimanere in contatto con le perso ne più anziane o sole.

L’Amministrazione Comunale si è attivata per venire incontro alle esigenze di chi proprio non può essere assistito da parenti o amici: già da oggi e per tutto il mese di agosto presso la struttura protetta “Casa Serena” in Via Salvarola n. 50 sono disponibili locali rinfrescati per ospitare nelle ore più calde della giornata persone autosufficienti.


Per accedere a tali spazi è necessario accordarsi direttamente con la struttura “Casa Serena”, telefonando ai numeri: 0536/1844890 oppure 0536/1844891”.