‘Arte a 6 corde’ domenica da protagonista per Juan Lorenzo

Il musicista di origine spagnola sarà impegnato in una master class pomeridiana e nel concerto di chitarra flamenca “Antologia d’autore”. A Fanano esibizione conclusiva degli allievi del campus dei Maestri Laurent e Fiorio Un altro grande nome del panorama chitarristico internazionale sarà ospite della terza edizione del festival “Arte a Sei Corde”, diretto dal Maestro Andrea Candeli.

Oggi occhi puntati su Juan Lorenzo, che nella chiesa del Rosario di Sestola terrà una master class (“L’arte della chitarra flamenca”) ad ingresso gratuito della durata di tre ore (inizio ore 15), esibendosi successivamente con il suo trio in Piazza della Vittoria (ore 21) nel concerto “Antologia d’autore”, in cui la chitarra flamenca “de concierto” sarà rappresentata tramite i suoi maggiori autori, da Ramon Montoya a Paco de Lucia. Lorenzo (chitarra flamenca) sarà accompagnato da Pilar Carmona (ballo) e Dario Carbonell (ballo e percussioni), che cureranno anche le coreografie.
Juan Lorenzo, di origine spagnola, ha iniziato i suoi studi di chitarra classica in Italia all’età di nove anni, distinguendosi ben presto per le particolari doti. A tredici anni ha dato i suoi primi concerti interpretando autori come Albeniz, Granados, Villa Lobos e Moreno Torroba. Successivamente ha intrapreso lo studio della chitarra flamenca, a Siviglia, sotto la guida dei Maestri Miguel Perez e Mario Escudero. Nel 1996 ha fondato la propria compagnia, “Flamenco libre”, con la quale tiene numerose esibizioni nei maggiori festival e teatri, sia in Italia che nel resto del mondo. L’anno dopo è divenuto membro dell’unica istituzione flamenca ufficialmente riconosciuta nel mondo, la “Fundacion Cristina Heeren de Sevilla”. In vent’anni di attività artistica ha tenuto oltre 1500 concerti e ha lavorato e collaborato con i più grandi esponenti del mondo del flamenco. Pilar Carmona, nativa di Cordoba, è una ballerina di fama internazionale. Ha lavorato nelle più grandi compagnie di flamenco con Mario Maya, Antonio Gades e Manolo Marin, esibendosi nei maggiori teatri del mondo (Europa, Giappone, Stati Uniti). Dario Carbonell, figlio d’arte, ha studiato a Siviglia e Madrid sotto la guida di Manolo Marin e Mario Maya. Attualmente collabora con il grande ballerino dell’ultima generazione “El Junco”. Preziosa è la sua collaborazione in numerosi cd di artisti del panorama flamenco. Le sue esibizioni principali sono in Italia e Spagna.

Da segnalare inoltre il concerto conclusivo degli allievi del campus estivo dei Maestri François Laurent (chitarra classica) e Fulvio Fiorio (flauto), che si terrà a Fanano, in località Canevare, sempre oggi (ore 17.30).

“Arte a Sei Corde” ha rivelato una dimensione di grande partecipazione e successo, confermata dalla brillante riuscita delle precedenti esperienze. Il festival ha saputo infatti interessare e coinvolge un ampio pubblico di chitarristi e di semplici appassionati, attraverso una nuova chiave di lettura del mondo delle sei corde che costituisce la premessa e l’elemento di collegare i vari generi e stili che si riuniscono intorno a un solo strumento, proponendo un ricco cartellone di appuntamenti tra chitarra classica, jazz ed elettrica.