‘Arte a 6 corde’ a Sestola è il turno del Melange a deux

Spazio alle giovani promesse della musica per la terza edizione del festival “Arte a Sei Corde”, diretto dal Maestro Andrea Candeli, organizzato in collaborazione con APT di Fanano, Pro Loco di Montecreto, Pro Loco di Riolunato, Associazione MusicaComune e con il sostegno della Provincia di Modena e di sei comuni dell’Appennino modenese (Fanano, Fiumalbo, Montecreto, Pavullo, Riolunato e Sestola).

Questa sera, nella Piazzetta Centro Storico di Sestola (ore 21), si esibirà il “Melange a deux”, formazione composta da Elisa Berselli (chitarra) e Domenico Mirra (pianoforte). Il particolare concerto proposto dal duo spazierà fra le sonorità del jazz e quelle della musica balcanica, con puntate verso i ritmi del tango e della bossa nova. Il repertorio prevede l’esecuzione di brani originali e cover dell’artista serbo Bojan Zulfikarpasic (“Bojan Z”), della cantante brasiliana Bïa e dei Blues Pontes.

Elisa Berselli, modenese di 27 anni, ha iniziato i suoi studi di chitarra jazz nel 1989 a Bologna. Successivamente ha partecipato a un seminario di due settimane a Siena Jazz e proseguito gli studi di armonia e chitarra jazz. Si è diplomata in Teoria e Solfeggio al Conservatorio di Carpi. Da due anni ha dato vita con Domenico Mirra al “Melange a deux”, tenendo diversi concerti (Novellara, Casalgrande, Carpi).
Domenico Mirra (Salerno 1980) ha intrapreso lo studio della musica classica a Napoli, seguito dal Maestro Miriam Scotto Di Sandalo. Sostenuto l’esame di teoria e solfeggio e il compimento inferiore di pianoforte all’Istituto Musicale “Achille Peri” di Reggio Emilia, a quindici anni decise di dedicarsi alla musica jazz, seguito dal pianista Ivano Borgazzi. Interrotti gli studi per quattro anni, Mirra riprese l’attività musicale a vent’anni, formando un trio col batterista e percussionista italo-svizzero Nicholas Thomas e il contrabbassista Nicola Bonacini. Nel 2003 riprese lo studio col Maestro Borgazzi, frequentando inoltre il corso di Alto Perfezionamento per trio jazz (Siena Jazz) tenuto da Stefano Battaglia (pianoforte), Paolino dalla Porta (contrabbasso) e Fabrizio Sferra (batteria). Nello stesso anno ha dato vita con Giacomo Balzelli, Nicholas Thomas e Elisa Berselli al nucleo originario dello “Sting Quartet”. Mirra ha recentemente superato l’esame di ammissione per il triennio superiore sperimentale di I livello (jazz) presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma.