La Direzione del Policlinico risponde allo Snami

Al verificarsi di episodi di violenza nei locali del Pronto Soccorso, come del resto in qualsiasi altra area del Policlinico, interviene prontamente il servizio aziendale di Vigilanza – precisa la direzione generale dell’azienda ospedaliero-universitaria di Modena – . Anche nel caso dei recenti episodi, gli agenti di vigilanza si sono, dapprima, fatti carico in prima persona della situa-zione, poi, visto il sussistere di una presenza di pericolo e di reato, hanno attivato, tramite la pro-pria centrale operativa, le forze dell’ordine, prontamente intervenute.

La direzione generale riconosce che il problema microcriminalità in ospedale sta assumendo di-mensioni maggiori al recente passato; questo fenomeno, del resto, è presente in tutte le strutture ospedaliere italiane. Per tale ragione la questione sicurezza è tra le priorità da affrontare con ur-genza. In particolare per il Pronto Soccorso la direzione ospedaliera si sta muovendo su più fronti con l’obiettivo di garantire sempre migliori condizioni di accesso e di lavoro degli operatori: ancora più sicurezza e soddisfazione.

Nel breve termine, queste le azioni:
• sarà potenziata la presenza degli agenti addetti alla vigilanza in Pronto Soccorso;

• saranno mantenute invariate le attuali dotazioni di personale, pur in presenza del blocco assoluto delle assunzioni;
• sarà coinvolta la Prefettura nell’eventuale ridefinizione delle modalità di intervento delle forze dell’ordine in ospedale.

Come detto in precedenti comunicazioni, è prevista la realizzazione di un nuovo Pronto Soccorso con spazi di attesa e di lavoro più ampi e maggiormente protetti, rispetto alla struttura attuale. La direzione e tutto il personale coinvolto sta lavorando a pieno regime con la speranza di poter apri-re il nuovo P.S entro l’estate 2008.