Scuole: Fism, consiglio rettifica verbale del 17 luglio

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la rettifica del verbale di approvazione della convenzione con le scuole Fism, discusso lo scorso 17 luglio. La richiesta era stata presentata dalla consigliera Ds Loretta Sgarbi, il cui voto favorevole non era stato registrato per un disguido tecnico.


“Ci viene presentata come una formalità quello che invece è un fatto politico”, ha detto nel dibattito, il consigliere Udc Davide Torrini: “guarda caso, il voto non è stato registrato correttamente proprio su una delle delibere più problematiche per la maggioranza”. “La maggioranza è divisa”, ha precisato Andrea Leoni di Forza Italia, “e se su alcuni casi intendiamo votare a favore pensando all’interesse dei cittadini, questo non significa che vogliamo essere la stampella della maggioranza”.
“La mia uscita dall’aula, della quale la stampa ha parlato molto”, ha detto William Garagnani dei Ds, “era concordata con il capogruppo e dovuta a un’indisposizione. Se avessi potuto sarei intervenuto a favore, perché credo nel sistema formativo integrato della nostra città. Spero che in questa aula si possa tornare a uno stile diverso, basato sulla stima e sulla fiducia”.
“Il problema posto dall’intervento di Torrini sembra la divisione della maggioranza, ma la situazione della minoranza è molto più critica”, ha sostenuto Teodoro Vetrugno (Ds). “Inoltre, non ha senso strumentalizzare le assenze dei colleghi”.
“Questo tornare sull’argomento non fa altro che rimarcare una compattezza che in realtà non c’è”, ha detto Michele Barcaiuolo di An: “e comunque nei Ds non si erano mai viste tante assenze come nella delibera sulle Fism”.
Il consigliere indipendente Achille Caropreso ha espresso solidarietà alla collega Sgarbi, verso la cui richiesta, ha detto “c’è una diffidenza eccessiva”.

Il Sindaco Giorgio Pighi ha ricordato che “quello delle scuole Fism è un dibattito importantissimo, perché segna l’evoluzione di una maggioranza che, da un’antica contrapposizione tra pubblico e privato, è arrivata invece alla costruzione di una convenzione nel reciproco interesse”.

Sono intervenuti nel dibattito, per esprimere la propria dichiarazione di voto favorevole alla rettifica del verbale, anche i consiglieri Rosa Maria Fino, Baldo Flori, Alberto Caldana, Sergio Rusticali e Davide Torrini.