A Sestola i campionati italiani di Down Hill

Nella suggestiva cornice di Pian del Falco, a Sestola, si svolge da venerdì 28 e domenica 30 luglio, il “XVI Campionato Italiano di Down Hill”, una gara di discesa in mountain bike del circuito nazionale Fic (Federazione italiana ciclistica) di down Hill. Il down hill è la specialità più spettacolare della mountain bike e consiste nell’effettuare un percorso in discesa in due manche, nel minore tempo possibile.

Una discesa a rotta di collo, in lotta contro il cronometro, che costringe gli atleti a spericolate evoluzioni. Per gli spettatori il divertimento è assicurato. L’Appennino modenese è un luogo ideale per il down hill, tanto che da dieci anni il Cimone ospita regolarmente una tappa del circuito nazionale e per la seconda volta (la prima nel ’99) è sede dei campionati italiani. Il percorso dei “XVI Campionato Italiano di Down Hill” è molto veloce, tecnico e adatto ai biker più coraggiosi: si parte da Pian del Falco e si scende fino al centro di Sestola percorrendo due chilometri di gara (dislivello di 600 metri) in picchiata lungo la Pista Rossa e alcune varianti a sorpresa.

Partecipanti
Alla partenza ci saranno circa 280 bikers, tra cui una trentina di donne. Tra i favoriti della gara ci sono il campione in carica della specialità, il padovano Alan Beggin e il bergamasco Bruno Zanchi che nel ’99 si aggiudicò il titolo tricolore vincendo proprio sulla pista del Cimone. Ma sono molti i possibili outsider di una gara che si annuncia tiratissima. C’è attesa anche per la prova del giovane downhiller di casa, Manuele Vincenti, di Fanano. Tra le donne grande favorita la meranese Michela Taller, campionessa in carica. Come apripista di eccezione ci saranno il valdostano Corrado Herin, primo e unico italiano ad aver vinto un’edizione della Coppa del mondo (nel ’97), e il modenese Gianni Reponi, campione europeo della categoria master.
Organizzatori
Il “XVI Campionato Italiano di down hill”, è organizzato da Pippo Marani, detto “il Randagio”, che tanti anni fece conoscere il down hill in Italia. Marani è il responsabile organizzativo e del percorso, mentre Claudio Rocchi e lo staff del Centro nazionale di mountain bike Cimone Mtb si occuperanno dell’assistenza in pista. Paolo Guerri, direttore dello Iat del Cimone, è il responsabile della logistica e della segreteria della manifestazione. In tutto, tra organizzazione e assistenza, sul percorso ci saranno una cinquantina di persone, 3 medici e 3 ambulanze.

Programma
Venerdì 28 luglio: dalle 8.30 alle 12.30 la ricognizione a piedi del tracciato. Nel pomeriggio prove libere non assistite e in serata, alle ore 21, via al “Randagio Party”.
Sabato 29 luglio: dalle 12.30 alle 17.30 prove libere assistite. Dalle ore 18 happy hour e benvenuti ai partecipanti in piazza Passerini.
Domenica 30 luglio: è il giorno della gara. Dalle 8 alle 9 prove libere. Alle ore 10 la prima manche, alle 13 la seconda. Premiazioni alle 16 in piazza Passerini.
Cimone Bike Pass
Per raggiungere il punto di partenza del percorso di gara è in funzione la seggiovia Sestola – Pian del Falco. L’impianto di risalita come la seggiovia Stellaro-Montecreto e la funivia Passo del Lupo – Pian Cavallaro è aperto dal 22 luglio fino al 27 agosto. La seggiovia del Cimoncino, invece, resterà chiusa per tutta la stagione estiva a causa di opere di manutenzione e adeguamento dei tracciati delle piste da sci.
Info: Ufficio turistico Sestola 0536.62324, Pippo Marani 333.2410502