Fondovalle Savena: sabato la riapertura della strada

Il Comitato Tecnico-Istituzionale per Scascoli, riunitosi questa mattina, ha deciso la riapertura della Fondovalle Savena a partire da sabato 29
luglio. Ci sono così voluti un anno e tre mesi per sistemare la strada nelle condizioni di massima sicurezza possibile. Infatti, la Fondovalle è stata chiusa dal 12 marzo 2005, quando una frana di 40mila metri cubi provocò danni alla strada interrompendo completamente la viabilità.

I lavori sono iniziati il 22 agosto 2005, a 5 mesi di distanza dalla frana, dopo la dichiarazione dello Stato di emergenza da parte del Governo.
Gli interventi di messa in sicurezza della zona e di ripristino della strada, costati 8 milioni di euro, hanno visto l’attività congiunta di Regione Emilia-Romagna, Provincia di Bologna e Comune di Loiano.

“Finalmente ci siamo – dichiara l’assessore alla Viabilità e Mobilità della Provincia Graziano Prantoni- nel rispetto dei tempi che avevamo annunciato. Invito tutti i cittadini interessati, che in questi mesi hanno subito notevoli disagi, a presentarsi sabato alle 11 alle gole di Scascoli, per
brindare insieme al risultato.
E’ stata una situazione difficile e molto complicata dal punto di vista tecnico, ma la grande sinergia e professionalità di Regione, Provincia e Comune ha permesso di terminare i lavori di ripristino nei tempi previsti. Qualcuno ha malignato sulle difficoltà delle istituzioni nel trovare un accordo: i risultati stanno invece a dimostrare il contrario. Devo quindi esprimere un ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato e che hanno svolto, secondo le proprie competenze, il proprio lavoro nel migliore dei modi.
I tecnici hanno certificato che gli interventi effettuati hanno rimosso tutti gli eventuali pericoli, e l’aver allontanato la strada dalla parete
dei mammelloni ne ha sicuramente aumentato la sicurezza. Ciò non toglie, comunque, che si tratta di un ambiente ostile, con una frana che continua a
muoversi da un lato e che, pertanto, continuerà a essere costantemente monitorata.
Inoltre, daremo subito il via alle procedure per la realizzazione del nuovo percorso stradale, da completarsi entro il 2007. Il progetto che la
Provincia propone comprende l’allontanamento dalla attuale sede stradale di circa 100 metri, con la realizzazione di due ponti sul Savena, per un costo complessivo di un milione e 800 mila euro. Questi interventi porteranno un ulteriore elemento di sicurezza, che ci permetterà di affrontare serenamente il futuro”.

Soddisfazione anche da parte del Sindaco di Loiano, Giovanni Maestrami, che si dice “estremamente contento per la riapertura della Fondovalle. Nella riunione di oggi si sono create tutte le condizioni affinché si proceda con
l’apertura; ciò mi fa particolarmente piacere perché finalmente abbiamo risolto i problemi dei cittadini che in questi mesi hanno subito forti
disagi per la chiusura della strada. Rimarranno ancora aperti due cantieri per gli ultimi interventi e per il posizionamento degli impianti di monitoraggio e rilevazione di futuri disgaggi, ma i lavori, lontani dalla sede stradale, non causeranno
difficoltà agli automobilisti”.