A Fanano doppio appuntamento con il teatro di strada europeo

Il comico e mimo inglese Adrian Kaje ed il clown acrobata spagnolo Sebastian Guz, sono i due artisti di livello internazionale protagonisti dei prossimi appuntamenti di ‘Fanano in Piazza‘, quinta rassegna di teatro di strada organizzata dall’associazione ‘Leggermente’.

Il primo dei due spettacoli è in programma questa sera alle 21 in piazza Vittoria.
Adrian Kaje, comico, mimo, clown ed improvvisatore di Londra presenta ‘Nobody is perfect’. Senza mai dire una parola, servendosi di una piccola valigia piena di strani e inusuali oggetti, Adrian Kaye presenta uno show sempre nuovo in cui l’improvvisazione e il pubblico hanno un ruolo determinante. Le sue continue provocazioni, sempre originali, sempre misurate, coinvolgono la gente che ben volentieri è disposta a divenire protagonista, moltiplicando così i personaggi di un gioco teatrale di sicuro effetto e di grande comicità. Che Adrian divenga un cane fedele che segue un casuale padrone o che diriga il traffico come un improbabile vigile, riesce sempre a suscitare l’ilarità e la sorpresa del pubblico.
Adrian Kaye, vero anglosassone, vive da qualche anno in Italia, senza rinunciare però a una vocazione di giramondo. Si è formato come mimo classico alla Desmons Jones School of mime e, sul campo, al Covent Garden di Londra. Su questa falsariga ha messo in scena, nelle sue prime interpretazioni, il Robot e Charlot. Ben presto, però ha saputo liberarsi di queste gabbie e ha costruito una serie di personaggi suoi, e assolutamente originali, caratterizzati da forti elementi di clownerie e da quella sottile satira tipicamente inglese.

Il secondo spettacolo è in programma domani, martedì 1° agosto, sempre alle 21, in Piazza Corsini a Fanano.
Sebastian Guz, clown e acrobata madrileno presenta lo spettacolo ‘Nino Costrini’.
Nino Costrini è un provocatore nato che fa dell’ironia e il fine sarcasmo i suoi mezzi di espressione e della risata il suo lavoro. Lo spettacolo combina lo humour, il delirio, il circo e la destrezza fisica in parti uguali con un posto d’onore per la riflessione sotto le mentite spoglie dello scherzo. Questo bambino grande è schizofrenico, stravagante, assurdo, birichino e lunatico. Uno spettacolo in linguaggio universale con una forte partecipazione del pubblico che è stato premiato in diversi festival attorno al mondo. Una miscela esplosiva insieme a questo bambino senza peli sulla lengua!