‘Armonie tra musica e architettura’ a Vesale di Sestola

Sarà l’organo realizzato nel 1771 da Agostino Traeri il protagonista del nuovo appuntamento con la rassegna “Armonie tra musica e architettura”, questa sera alle 21, nella chiesa parrocchiale di San Giorgio a Vesale di Sestola. A suonarlo sarà Giulia Biagetti, organista della Cattedrale di Lucca e del Coro della Cattedrale, la Cappella “Santa Cecilia”.

Il programma della serata – ad ingresso libero – prevede in avvio brani dai “Fiori musicali” e dal “Libro delle toccate” di Girolamo Frescobaldi. Si prosegue con la “sonata in Fa maggiore” di G.B. Bassani, la “sonata plena” di Giulio Cesare Aresti, la “Toccata ed Fuga” di Michele Giustiniani, oltre a due brani di Mozart: “Attesa della Primavera” e “La contentezza”. In chiusura, suonate di Gaetano Valerj e Marco Santucci.

La rassegna “Armonie tra musica e architettura”, giunta alla decima edizione, è promossa dalla Provincia di Modena e dalla Fondazione Cassa di risparmio di Modena, con la direzione artistica dell’associazione “Amici dell’organo Johann Sebastian Bach”, con lo scopo di abbinare alla musica anche la valorizzazione del patrimonio storico ed artistico delle chiese modenesi.

Il concerto di stasera sarà l’occasione per visitare la chiesa di Vesale che del precedente edificio romanico – rimasto intatto fino al 1610 – conserva l’abside semicircolare. All’interno vi si conserva una campana del 1492 fusa da Guido da Bologna oltre a dipinti della bottega fananese dei Magnanini e di Pellegrino Pellegrini, allievo di Guido Reni. In due vani delle sacrestie sono visibili anche affreschi del Quattrocento con la “Madonna col bambino e santi”.