Festa Comunale de l’Unità di Casalgrande

Stasera alle 21.00, alla Festa Comunale de l’Unità di Casalgrande presso il Parco Secchia di Villalunga: “Guerra e informazione: le verità ufficiali e le bugie”. Ne parlano il fotoreporter Uliano Lucas, l’inviato di guerra del “Messaggero” Valerio Pellizzari, autore del libro “La stanza di Ali Baba” e l’assessore regionale Paola Manzini. Conduce la serata Roberta Rossi della Gazzetta di Reggio.


Guerra, informazione, verità ufficiali e bugie. E’ un tema di grandissima attualità che ogni giorno riserva delle “sorprese”. In questo scenario alcuni fotografi e inviati di guerra hanno continuato a raccontare storie vere, dolori, privazioni, la vita nei villaggi e nelle città, lavorando sotto le bombe. Tra questi il fotoreporter Uliano Lucas e Valerio Pellizzari, inviato del Messaggero, vincitore del premio internazionale Max David, riservato ai migliori inviati di guerra.

Uliano Lucas.
Ha documentato il movimento dei capitani in Portogallo e le guerre di liberazione in Angola, Eritrea, Guinea Bissau, seguite con i giornalisti Bruno Crimi ed Edgardo Pellegrini per riviste come Tempo, Vie Nuove, Jeune Afrique e Koncret o per iniziative editoriali diventate poi un punto di riferimento per la riflessione terzomondista di quegli anni. Collabora con i principali giornali e periodici italiani e stranieri tra cui: L’Express, Le Nouvel Observateur, Time Il Mondo, Tempo, L’Espresso, L’Europeo, Vie nuove, che poi diventerà Giorni-Vie nuove, La Stampa, Il Manifesto, Il Giorno, o ancora con Tempi moderni. E ancora con King e con il Corriere della Sera e il suo supplemento Sette, Repubblica. Uliano Lucas ha pubblicato / curato un centinaio di libri editi da importanti case editrici. Decine le mostre personali e collettive in Italia e all’estero.
Valerio Pellizzari.
Inviato speciale de Il Messaggero e vincitore del premio Max David per il giornalismo, ha seguito i conflitti e gli sviluppi delle vicende politiche degli ultimi trent’anni in Medio ed Estremo Oriente, in Asia centrale, nel Maghreb, nell’Est europeo.
Ha pubblicato L’Asia dopo il ping pong,Vietnam senza memoria e, con Ettore Mo, Kabul Kabul.
Tra le sue interviste più significative quella rilasciata dal presidente Najibullah nel momento in cui l’Armata Rossa lasciava l’Afghanistan e l’ultimo colloquio con Milosevic nella sua villa di Belgrado prima dell’arresto. Inoltre interviste esclusive con Makarios, Pham Van Dong, Indira Gandhi, Demirel, Marcos, Zahir Shah, il Dalai Lama, Rajiv Gandhi, il generale Mladic, Kostunica, Carla Del Ponte.
Paola Manzini.
Gia deputato e questore della Camera, Paola Manzini è oggi assessore regionale alla scuola. E’ stata coordinatrice del Gruppo di contatto delle parlamentari italiane a favore delle donne afgane.
A maggio del 2005, in vista delle elezioni (tenutesi poi a settembre), una delegazione del Gruppo di contatto ha svolto una visita di quattro giorni a Kabul. Nel corso della missione la delegazione ha svolto incontri a tutti i livelli, dal presidente Karzai ed altri membri del governo fino alle rappresentanti femminili della società civile afgana ed ai rappresentanti della cooperazione nazionale ed internazionale impegnata nella ricostruzione di quel Paese.