Leoni (FI): Spiaggia segreta per ricche islamiche?

“Pensavo fosse uno scherzo dettato dal caldo. Invece no, un Ente locale della riviera romagnola, naturalmente rigorosamente ‘de sinistra’, quindi progressista, venuto su con la cultura di ‘genere’, con la favola delle città per le bambine ed i bambini, tutti uguali, con gli stessi diritti, si piega al volere dei ricchissimi ospiti islamici e segrega le donne velate in apposite spiagge perché, come dice candidamente il presidente dell’Ucoii, a loro è vietato mescolarsi”.


Lo ha dichiarato il Consigliere regionale di Forza Italia dell’Emilia Romagna Andrea Leoni, commentando la notizia di quello che si sta preparando a Riccione, che diventerà – sostiene – “una succursale dei Paesi islamici ed in particolare un’oasi per chi ha conti in banca da far girare la testa ad un comune mortale ed al cui volere si piega qualsiasi principio, non ultimo quello della pari dignità”.

“Naturalmente noi critichiamo senza se e senza ma iniziative come questa che preludono ad un asservimento sempre più pronunciato della nostra cultura e delle nostre conquiste storiche in tema di diritti e di libertà ad una cultura oscurantista come quella islamica e presenterò un’interrogazione in Regione per sapere cosa pensi il presidente Errani di questa ‘ultima spiaggia’ del turismo romagnolo”.