Appuntamento con la musica d’organo a Ligorzano e Marano

Doppio appuntamento con la musica d’organo oggi nella chiesa di Ligorzano e nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo a Marano sul Panaro. I concerti, che iniziano alle ore 21 ad ingresso libero e sono due appuntamenti della rassegna “Armonie tra musica e architettura”.

A Ligorzano di Serramazzoni Marco Ruggeri suonerà l’organo ottocentesco di Nicomede Agati accompagnando il soprano Marta Vandoni Iorio. Il programma della serata prevede, in apertura, la “Toccata in La maggiore” di Scarlatti, seguita dal “Salve Regina” di G. B. Pergolesi. La seconda parte della serata è dedicata a Wolfgang Amadeus Mozart, al quale la rassegna “Armonie” è dedicata in occasione del 250° anniversario della nascita. I due artisti proporranno prima la “Sinfonia in Re” dalle “Nozze di Figaro”, variazioni sopra “Ah, vous dirai-je, maman K 265” per chiudere con “Exsultate, jubilate, K. 165”. Il concerto è ospitato dalla chiesa parrocchiale dei santi Ippolito e Cassiano a Ligorzano, edificio in stile neogotico che conserva all’interno arredi dell’antica parrocchiale.

A Marano, invece, protagonista della serata sarà l’organo costruito da Domenico Traeri e restaurato nel 2003 da Paolo Tollari. A suonarlo sarà Renzo Bortolot, docente al conservatorio di Adria attento alla salvaguardia e valorizzazione del patrimonio organario antico. Bortolot proporrà un repertorio che dai brani cinquecenteschi di Gabrieli arriva fino al Settecento con Spergher, Valerj e Moretti, tra cui una “Sonata del signor Mozart ridotta all’organo dal signor Nicolò Moretti”.
Gli spettatori potranno cogliere l’occasione del concerto per ammirare gli splendidi arredi della chiesa parrocchiale di San Lorenzo, tra cui il quattrocentesco “Cristo nero” in legno d’ulivo venerato contro la siccità, e uno stendardo processionale di Adeodato Malatesta.