Si conclude senza disagi il week end di maggior traffico dell’anno

La giornata odierna conclude, senza particolari disagi, il fine settimana di traffico più intenso dell’anno. Undici milioni di veicoli da giovedì pomeriggio hanno percorso più di 700 milioni di chilometri sulla rete del Gruppo Autostrade (3.408 km).


La circolazione di questi giorni è stata garantita, senza blocchi o situazioni di crisi, grazie al piano operativo di Autostrade per l’Italia con supporto di uomini, mezzi e tecnologie (6.000 uomini, 1.600 automezzi, 1.650 telecamere, 900 pannelli a messaggio variabile).
Gli interventi dei 16 Centri Radio Informativi dislocati su tutto il territorio nazionale ha permesso di limitare i disagi. Inoltre sono stati costantemente forniti i tempi di percorrenza delle principiali arterie interessate da traffico attraverso i 900 cartelli ed i comunicati di aggiornamento trasmessi attraverso i media.

Efficaci gli interventi del “patto per la sicurezza” sancito con i viaggiatori:
– il potenziamento delle barriere terminali (es. Salerno, Roma Ovest)
– la rimozione della totalità dei cantieri mobili
– la comunicazione sui comportamenti di guida prudenti
– l’aumento di capacità di risposta del call center 840.04.21.21 (50.000 chiamate al giorno)

La situazione attuale è la seguente:
A1 Milano-Napoli: due chilometri di coda fra Parma e Reggio Emilia per incidente ormai risolto.

A4 Milano-Brescia: traffico regolare sul tratto di competenza di Autostrade per l’Italia.

A7 Milano-Genova: rallentamenti in uscita a Genova Ovest.
A9 Milano-Laghi: un chilometro di coda alla frontiera di Brogeda per mancato assorbimento della dogana Svizzera.
A14 Bologna-Taranto: Traffico regolare fra Bologna e Cattolica. Rallentamenti fra Pedaso e Giulianova in direzione Sud.
A23 Palmanova-Tarvisio: nessuna segnalazione sul tratto di competenza.
A30 Caserta-Salerno: nessuna attesa alla barriera di Mercato S. Severino.


In caso di pioggia si ricorda che il limite di velocità per le vetture si abbassa a 110 km/h ed è necessario aumentare la distanza di sicurezza.
Per chi si mette in viaggio nelle ore serali, si consiglia di fare soste frequenti presso le Aree di Servizio per una pausa di ristoro, prevenendo colpi di sonno e di stanchezza.