Casalgrande: dal Comune un invito alla ‘solidarietà’ sportiva

Il sindaco Andrea Rossi e l’assessore allo sport Fabrizio Abbati hanno inviato al presidente dell’ A.C. Casalgrande Roberto Gottardi e al presidente della Polisportiva Salvaterra Pierluigi Tarabelloni, una lettera che fa seguito all’incontro tenuto il 25 luglio scorso. Nella missiva si invitano le due squadre ad una maggiore collaborazione per garantire a tutte le squadre di calcio un utilizzo ottimale dell’impiantistica sportiva presente sul territorio.

Questo il testo della lettera:

“A seguito dell’incontro del 25 luglio 2006, l’amministrazione comunale, rappresentata dal sottoscritto e dall’assessore Fabrizio Abbati, ribadisce il proprio pensiero sulle recenti vicende che hanno interessato le società sportive del nostro territorio:
• il Comune di Casalgrande conta tre strutture sportive polivalenti dedicate al calcio sulle quali sono stati investiti in questi ultimi anni diverse centinaia di migliaia di Euro, che permettono a tutte le società sportive di trovare una adeguata collocazione per svolgere la propria attività a diversi livelli agonistici;
• le convenzioni in essere con i diversi soggetti cooperativi ed associazionistici, garantiscono alla nostra comunità una significativa riduzione dei costi di gestione a carico dell’ente pubblico e un’ottima conservazione degli impianti;
• ciò rappresenta senza dubbio un buon esempio di fattiva collaborazione tra il pubblico e il mondo del volontariato, al quale va il sentito riconoscimento dell’amministrazione comunale per i risultati raggiunti;
• questo tipo di rapporto è auspicabile anche tra le diverse associazioni che operano sul territorio, in quello spirito di collaborazione e “solidarietà” che deve contraddistinguere soprattutto i soggetti che si occupano della promozione e della pratica sportiva, seppur a fronte di una giusta dose di agonismo e competizione;
• per queste ragioni l’amministrazione ritiene che i risultati sportivi conseguiti nell’ultima stagione dal Salvaterra Calcio debbano dunque trovare concreto riconoscimento anche nell’utilizzo degli spazi presenti sul nostro territorio compreso lo stadio comunale.
• In particolare si ritiene che, pur nell’autonomia gestionale dell’impianto ma in un’ottica di collaborazione, l’A.S. Casalgrande possa talvolta indirizzare una squadra giovanile a Salvaterra e rendere quindi disponibile l’impianto del capoluogo per la prima squadra della frazione.
Auspicando un sereno confronto tra le diverse realtà sportive e rinnovando il nostro impegno al sostegno della pratica sportiva nel suo complesso a Casalgrande, si coglie l’occasione per porgere cordiali saluti”.