Oggi in Appennino doppio appuntamento con la musica per organo

Doppio appuntamento con la musica per organo oggi, giovedì 10 agosto: nel Duomo di Fanano e a Fiumalbo, dov’è in programma un “concerto promenade” in tre diverse sedi. E’ quanto propone “Armonie tra musica e architettura”.

A Fanano suonerà il giovane organista Francesco Muglia, che a soli 26 anni ha già un’intensa attività concertistica ed è organista titolare dell’organo “Mascioni” al santuario Antoniano dell’Arcella. Il repertorio proposto spazia da Piernè a Mendelsohn, da Schumann a Peters e Duprè, per chiudere con Mozart (“Adagio e Rondò in do maggiore”, trascrizione per organo di J. Guillou) e Bonnet. A far da cornice la pieve di Fanano, tempio romanico che si ispira al Duomo di Modena nella pianta basilicale a tre grandiose navate, del XII secolo con rifacimenti duecenteschi. Chiesa fra le più ricche della montagna modenese, possiede dipinti di famosi maestri: dalla “Madonna del buon consiglio e santi” di Francesco Vellani al “Battesimo di Costantino” del seicentesco Pellegrino da Fanano, seguace di Guido Reni, al “Martirio di Santa Cecilia” di Matteo Ponzone. Numerose le testimonianza romaniche, colonne ed elementi lapidei. I decori di archivolti e mensole nella navata centrale risalgono per alcuni studiosi all’età longobarda.

Sempre questa serata a Fiumalbo va in scena un “concerto promenade”, vale a dire una performance che vede spostarsi artista – Alessandra Mazzanti – e pubblico da un luogo all’altro per ascoltare tre diversi organi: quello di Domenico Traeri (1730) nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo; quello di Nicomede Agati (1844) nell’Oratorio “dei Rossi” e quello sempre di Agati (1843) nell’Oratorio “dei Bianchi”. Il programma della serata prevede brani di Mozart, Sarti, Martini, Ridolfi e Haydn.