Star System Italia: sanzione da 8 mila euro

La Star System Italia, con sede nel padovano, dovrà pagare una sanzione di 8 mila seicento euro “per la diffusione di messaggi che costituiscono una fattispecie di pubblicità ingannevole con riguardo alle caratteristiche e al contenuto dell’iniziativa promozionale”. Lo ha deciso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nel corso della riunione svoltasi alla fine di luglio.

L’Autorità era stata informata dal Nucleo di Polizia Commerciale della Polizia Municipale di Modena che aveva raccolto la denuncia di una cittadina. L’anziana madre di un’operatrice del comando di viale Amendola era stata contattata ad inizio d’anno con una telefonata in cui la informavano che era tra le persone fortunate estratte per ricevere un premio. Dopo alcuni giorni la seconda telefonata degli incaricati della Star System Italia in cui si confermava all’anziana la vincita e che l’omaggio poteva essere ritirato in un albergo cittadino.
Domenica 8 gennaio due operatori della Polizia Municipale in abiti civili sino sono presentati all’appuntamento nel salone dell’hotel dove sono stati avvicinati da personale della ditta padovana. Parallelamente alla consegna dell’omaggio gli incaricati della Star System cercavano di vendere però un apparecchio elettromedicale per magnetoterapia, massaggi curativi estetici e per la tonificazione muscolare del costo di 6 mila 490 euro.
Durante la presentazione del prodotto un impianto stereo diffondeva nella sala musica ad alto volume mentre la stipula di nuovi contratti di vendita veniva salutata con un generale applauso di tutti i venditori. Dopo aver seguito le fasi della tentata vendita gli operatori si sono qualificati e hanno raccolto le testimonianze degli invitati e dei venditori.
E’ stato compilato un dossier inviato all’Autorità Garante che, sulla base delle informazioni raccolte dagli operatori del Nucleo Commerciale della Polizia Municipale di Modena ha deciso di condannare la Star System Italia.