Controesodo: inizia il secondo week end di rientri

Si intensificheranno a partire da oggi i rientri degli italiani verso le grandi città che erano già iniziati nel corso del fine settimana precedente. Sulla rete del Gruppo Autostrade – 3.408 km pari al 61% della rete nazionale a pedaggio – da oggi fino a tutta la mattinata di lunedì 28 agosto sono previsti in circolazione circa 9 milioni di veicoli.


Le condizioni di massima intensità del traffico si registreranno sabato 26 agosto (bollino rosso) dalle 9 del mattino fino alle 18. Circolazione comunque molto sostenuta sia nel pomeriggio di oggi, a partire dalle 16, che per tutta la giornata di domenica 27, in particolare dalle 15 alle 22.
Lo “stop” ai mezzi pesanti sarà in vigore sia sabato 26 che domenica 27 dalle 7 alle 24.

Questi i tratti autostradali dove si prevedono le condizioni di massima intensità del traffico:
A14 Bologna – Taranto
– da Ancona fino a Bologna in direzione nord, con particolari concentrazioni da Ancona a Cattolica e da Castel S.Pietro fino al bivio per l’A1. Su questa autostrada potranno essere attivati, d’intesa con la Polizia Stradale e con le Autorità locali, provvedimenti di regolazione delle entrate alle principali stazioni per migliorare la fluidità della circolazione lungo l’intero tracciato. Chi proviene dai litorali a nord di Cervia potrà in alternativa percorrere la statale n°16 fino all’allacciamento con la diramazione autostradale per Ferrara e rientrare a Bologna tramite la A13. E’ inoltre possibile percorrere la SS n°325 S.Vitale da Ravenna verso Bologna. Infine, per il traffico diretto verso Milano o verso il Brennero, l’attraversamento del nodo bolognese della A14 in direzione nord potrà avvenire anche utilizzando la Tangenziale di Bologna, con uscita a San Lazzaro e rientro a Borgo Panigale.
A1 Milano – Napoli
– da Valdarno a Barberino e, più a nord, dal bivio per l’A22 del Brennero al bivio per l’A15 Parma – La Spezia. Per il transito lungo i suddetti tratti autostradali si consiglia di utilizzare la tarda serata di oggi o le primissime ore della mattina di domani, sabato 26 o di domenica 27.

La circolazione sarà sostenuta, ma senza particolari criticità, anche su altre tratte in direzione delle grandi città o delle frontiere; tra queste:
– A4 Milano – Brescia in direzione Milano per i rientri dalla Slovenia, Trieste e Venezia;
– A8 Milano – Varese verso il capoluogo per i rientri dalla zona dei laghi
– A9 Lainate – Chiasso: verso la Svizzera;
– A23 Udine – Tarvisio verso nord per i rientri degli austriaci dai lidi dei golfi di Venezia e Trieste
– A10 Genova – Savona verso Genova e Milano per i rientri dalla Francia e dalla riviera di ponente;
– A12 Genova – Sestri Levante verso Genova e Milano per i rientri dal levante ligure e dalle coste tirreniche più a sud;
– A26 dei Trafori e A7 Milano – Genova verso nord
– A14 Bologna – Taranto da Poggio Imperiale fino ad Ancona per il traffico di lunga percorrenza proveniente dalla Puglia;
– A1 Milano – Napoli lungo il tratto appenninico dell’Autosole e, più a sud, lungo i tratti laziali intorno alla Capitale
– A11 Firenze – Pisa per i rientri verso Firenze dalle zone costiere che interesseranno soprattutto il pomeriggio di domenica;
– A12 Roma – Civitavecchia sull’intero tratto verso sud per i rientri dalla costa tirrenica;
– A30 Caserta – Salerno: in direzione nord per il traffico proveniente dalla Calabria;
Autostrade per l’Italia raccomanda a tutti gli automobilisti:
1) una scrupolosa preparazione della partenza (controllo del veicolo e dei pneumatici; informazione preventiva sugli itinerari prescelti; utilizzo, se possibile, di giorni alternativi a quelli di massima intensità del traffico);
2) una condotta di guida prudente, responsabile e attenta anche ai comportamenti degli altri;
3) di adeguare la velocità alle condizioni del traffico, del tracciato e del fondo stradale (con fondo bagnato il limite massimo di velocità in autostrada scende a 110 km/h);
4) di viaggiare sempre informati, rimanendo in ascolto del canale Isoradio RAI (FM 103.3 Mhz), di RTL 102.5 (che trasmette i notiziari “Viaradio” ogni 30 minuti) o chiamando il Call Center Viabilità al numero 840.04.2121;
5) soste frequenti in caso di lunghe percorrenze e qualche bottiglia d’acqua sempre in macchina.

Per ridurre i tempi di attesa ai caselli Autostrade per l’Italia consiglia l’utilizzo dei sistemi automatici di pagamento: Telepass, Viacard, oltre alle Carte di Credito, Postamat e i Bancomat del circuito Fast Pay, che consentono il transito attraverso le porte automatiche senza alcuna maggiorazione di spesa.

Si ricorda, infine, che sull’Autosole, al km 199, nell’area di servizio Cantagallo, – tra Bologna Casalecchio e Sasso Marconi – per la giornata di evangelizzazione, organizzata dalle ”Sentinelle del mattino” e patrocinata da Autostrade per l’Italia, nella cappella dell’area di servizio, verrà celebrata la Santa Messa alle 11,30 e alle 17.