Attraverso l’Italia da Roma a Maranello con veicoli ad emissione zero

Nato dalla collaborazione tra l’Ipsia “Ferrari”, il N.A.C. (Nakanihon Automotive College) di Nagoya (Giappone) e il Comune di Maranello, il Progetto Levante consiste in una manifestazione riservata a quattro team che attraverseranno l’Italia da Roma a Maranello con veicoli ad emissione zero. L’obiettivo principale della traversata è di promuovere la diffusione delle energie alternative al fine di aprire differenti scenari relativi alla mobilità.

La presentazione per la stampa si è tenuta questa mattina presso il Municipio di Maranello, presenti il Sindaco Lucia Bursi e, per l’Ipsia “Ferrari”, il preside Nico Danieli e Silvano Poggioli, ingegnere meccanico e insegnante.

Dalla metà degli anni ’90 l’Ipsia “Ferrari”, scuola a forte vocazione motoristica, si pone quale punto di riferimento per altre realtà scolastiche e universitarie nella promozione e sperimentazione di studi e ricerche nel settore delle diverse alternative tipologiche di energia applicabili al motore. La collaborazione con il Nakanihon Automotive College di Nagoya, prestigiosa scuola di specializzazione per grandi motori giapponese, ha già prodotto negli ultimi sei anni la partecipazione ad importanti gare internazionali di veicoli solari e la coprogettazione di una vettura solare con cui un gruppo di studenti e docenti italiani e giapponesi hanno percorso un lungo tratto della “via della seta” in territorio cinese. Queste ed altre esperienze nel settore pongono l’Ipsia “Ferrari” e il N.A.C. all’avanguardia nella ricerca riguardante i mezzi ad emissione zero.

l’Ipsia Ferrari partecipa alla traversata con il Mulo, un veicolo a trazione elettrica e muscolare alimentato da energia solare nato da un’approfondita tesi sviluppata presso il Politecnico di Milano (dipartimento Indaco) a cui la scuola ha collaborato. Filippo Sala, docente Ipsia impegnato nella realizzazione del “Mulo” ha diverse esperienze molto interessanti in questo campo, fra le quali un viaggio a bordo di un quadriciclo Maranello4Cycle a trazione elettrica da Modena a Capo Nord.

Il Mulo è un quadriciclo leggero, con discreta potenza e buona capacità di carico, che si inserisce nella secolare tradizione dei carri urbani a trazione animale prima e ciclistica dopo come mezzo in grado di svolgere molteplici servizi, in ambito urbano e non (transit-point, minitaxi…).
L’auto solare del N.A.C. di Nagoya è invece un veicolo semplice e funzionale, leggero, realizzato interamente dagli studenti, con un piccolo motore, una superficie piatta rivestita di moduli fotovoltaici con pochi accumulatori.

Alla traversata partecipano inoltre l’Istituto ITP “Bucci” di Faenza, con una city car a idrogeno denominata Idrogenius, e l’associazione sportiva Idea Solare di Castel San Pietro Terme alla guida di Aemilia, prototipo a tre ruote a pedali ed energia solare. La partenza è in programma per il 5 settembre da Roma, dove i veicoli saranno esposti in piazza del Popolo.
Il gruppo si dirigerà poi verso nord e sosterà a Siena (6 settembre), Poggibonsi (7 settembre), Firenze (7 settembre) e Bologna (8 settembre), città nelle quali sono previste sfilata ed esposizione dei mezzi in centro storico. L’arrivo dei mezzi a Maranello è atteso per sabato 9 settembre.

Alle 15 si terrà, presso l’Auditorium Enzo Ferrari, un convegno sui temi della mobilità sostenibile, organizzato in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, che vedrà l’intervento dell’assessore regionale alla Scuola Paola Manzini e dell’onorevole Umberto Guidoni, Parlamentare Europeo, membro delle commissioni ITRE e Ambiente, astronauta, già ricercatore presso l’ENEA – Ente Nazionale Energie Alternative.
I mezzi che hanno partecipato alla traversata saranno esposti in Piazza Libertà. Al termine è prevista una sfilata conclusiva nella Pista Ferrari di Fiorano Modenese. Il progetto ha il patrocinio dei comuni interessati dalla traversata, della regione Lazio e della regione Emilia Romagna.