Festival Filosofia: Modena, aperte iscrizioni giochi/laboratori

Saranno aperte da lunedì 4 settembre le iscrizioni ad alcuni degli appuntamenti del Festival filosofia sull’umanità, in programma a Modena, Carpi e Sassuolo dal 15 al 17 settembre.

Fino al 13, per esempio, ci si può iscrivere al gioco a premi “La sfinge filosofica”, parole crociate, rebus, enigmi, indovinelli e puzzle in programma nel centro storico di Modena sabato 16 settembre per iniziativa della biblioteca della Fondazione San Carlo. Per partecipare al gioco – gratuito e riservato a coppie maggiorenni – ci si iscrive compilando un modulo disponibile nel sito del Festival (www.festivalfilosofia.it). Le venti squadre che saranno ammesse – la comunicazione avverrà per posta elettronica – si ritroveranno il 16 settembre alle 19.30 alla biblioteca San Carlo, in via san Carlo 5. La sfida richiede di individuare titoli di opere filosofiche, nomi di filosofi e citazioni di brani di opere, anche grazie a spunti suggeriti da oggetti o elementi rintracciabili sul “posto”. Nel corso del gioco i concorrenti potranno avvalersi di libri, dizionari, computer, cellulari e della collaborazione di parenti, amici o semplici passanti. Per le coppie prima e seconda classificata sono in palio voli di andata e ritorno per due persone in una capitale europea e un week-end in una città d’arte italiana, premi offerti dal Centro turistico studentesco di Modena.


Prenotazioni obbligatorie dal 4 settembre anche per alcune delle iniziative rivolte ai bambini. Il laboratorio didattico Dida, per esempio, proporrà al Palazzo dei Musei di Modena “Il melodioso canto delle sirene”, che si articola in una narrazione arricchita da diapositive per ragazzi da 7 a 11 anni venerdì 15 dalle 20.30 alle 22 e in una successiva attività di laboratorio sabato 16 dalle 16 alle 17.30 e dalle 17.30 alle 19 e domenica 17 dalle 10.30 alle 12 e dalle 16 alle 17.30 (prenotazioni al numero 059 2033121).

L’amore del re di Atlantide per la più bella delle sirene sarà raccontato nella fiaba “In quel liquido blu. Perché Atlantide non c’è più”, che rivisita il mito dell’isola scomparsa fondendo teatro di animazione, danza e teatro d’attore.
L’appuntamento di Tangram Teatro, adattamento teatrale da un testo di Silvia Roncaglia per la regia di Giorgio Scaramuzzino, sarà alla biblioteca Delfini di Modena domenica 17 alle 11 e alle 17 (prenotazione obbligatoria al numero 059 2032940).


Fili di ferro, carte colorate e forme da proiettare e fotografare per inventarsi un sorprendente (auto) ritratto fatto d’ombra e giocare con le proprie identità nascoste saranno gli ingredienti di “Io e la mia ombra”, il laboratorio per bambini da 8 a 12 anni curato dall’istituto d’arte Venturi e in programma nel Cortile del Melograno di Modena venerdì 15 dalle 16.30 alle 18.30, sabato 16 dalle 15 alle 17 e domenica 17 dalle 10.30 alle 12.30 (prenotazioni al numero 059 246287 dalle 10.30 alle 12.30). Sempre nel Cortile del Melograno, l’istituto Venturi proporrà anche “Millemani”, un omaggio a Mario Mariotti per bambini da 5 a 10 anni in programma venerdì 15 dalle 16.30 alle 18.30, sabato 16 dalle 15 alle 17 e domenica 17 dalle 10.30 alle 12.30 (prenotazioni al numero 059 246287 dalle 10.30 alle 12.30). I due laboratori, coordinati da Antonella Battilani in collaborazione con Maria Menziani e Luigi Cappelli, sono condotti dagli studenti dei corsi di Grafica e Comunicazione visiva.


Letture e suggestioni sugli eroi della fantasia, rivolte a bambini e ragazzi da 3 a 12 anni e intitolate “Uomini straordinari” saranno, invece, in programma sabato 16 settembre dalle 17 alle 18.30 in piazza Pomposa a cura dell’assessorato alle Politiche economiche del Comune e dell’associazione La Pomposa (prenotazioni al numero 059 212221).