Piastrelle Made in Italy per la prima volta in mostra a KazBuild

Le piastrelle di ceramica italiane partecipano per la prima volta, sotto le insegne del marchio Ceramic Tiles of Italy, alla tredicesima edizione di ‘KazBuild 2006‘, il Salone internazionale dell’edilizia e dei materiali da costruzione in programma da oggi fino al 9 settembre presso l’Atakent Exhibition Centre di Almaty, il più importante centro economico, finanziario, scientifico e culturale del Kazakhstan.

La manifestazione, la cui valenza è riconosciuta a livello internazionale, ha cadenza semestrale e dimostra ancora una volta il potenziale di un Paese che si candida come ponte naturale tra l’Europa e l’Asia. La più vasta delle nuove repubbliche dell’ex-Unione Sovietica, infatti, ha registrato negli ultimi anni una crescita economica esponenziale, frutto anche dell’estrema ricchezza di materie prime, fattore di grande interesse per le aziende ceramiche che hanno progressivamente intensificato i rapporti commerciali con operatori locali.

Per promuovere la piastrella made in Italy sul territorio kazako, Assopiastrelle partecipa all’evento con uno stand Ceramic Tiles of Italy, all’interno del quale sono esposte in tutta la loro varietà, qualità ed estetica, le ultime novità della produzione italiana. Sarà a disposizione dei visitatori ampio materiale informativo e promozionale, oltre ad una vasta catalogoteca di aziende ceramiche italiane.

KazBuild ha visto, nella scorsa edizione, la partecipazione di circa 350 espositori e circa 15 mila visitatori. I numeri dell’edizione in corso parlano di circa 600 aziende presenti provenienti da 29 paesi – quasi duecento imprese vi partecipano per la prima volta – su una superficie espositiva di 21 mila metri quadrati. Non meno di 18 mila visitatori sono attesi nei quattro giorni di apertura della manifestazione. Un appuntamento da non perdere che rafforza il ruolo di protagonista della piastrella ceramica italiana nello scenario internazionale.