Reggio E.: dalla Provincia 20mila euro per la Protezione Civile

Anche quest’anno la Giunta della Provincia di Reggio Emilia, su proposta dell’assessore Luciano Gobbi, ha stanziato un contributo di 15.000 euro a favore del Coordinamento provinciale delle Associazioni di volontariato di Protezione civile.

Tale finanziamento rientra nella convenzione, attiva già dal 2001, che stabilisce i compiti del Coordinamento per quanto riguarda tutte le attività di protezione civile sulla base della Legge regionale 1/05 che, come noto, ha conferito alcuni compiti alle Province come lo spegnimento degli incendi boschivi e le attività di previsione e prevenzione, per le quali Palazzo Allende si avvale del supporto di volontari aderenti ad associazioni di protezione civile.

Diverse le attività previste dalla convenzione: dalla definizione del piano degli interventi degli incendi boschivi alla predisposizione al piano provinciale di emergenza di protezione civile; dalla collaborazione, su richiesta dei sindaci, anche per il tramite della Provincia, alla predisposizione dei piani comunali ed intercomunali delle emergenze all’intervento operativo per eventi di emergenza, su richiesta dell’ Assessore delegato alla Protezione Civile per la Provincia di Reggio Emilia; dal controllo del territorio e monitoraggio delle aree individuate a rischio alla sorveglianza, in caso di rischio idraulico, del deflusso delle piene; dagli interventi in tema di difesa del suolo, tra cui il presidio del territorio per fenomeni idrogeologici in montagna e pianura al controllo, monitoraggio ed eventuale pulizia dei principali corsi d’acqua.

Già nel corso del 2005 il Coordinamento provinciale è stato attivato in occasione delle due ondate di maltempo che hanno colpito il territorio provinciale nei mesi di aprile e ottobre, in particolare per il reperimento di personale, materiali e mezzi per sopperire a situazioni di emergenza quali allagamenti e al monitoraggio delle frane riattivatesi in occasione delle intense precipitazioni. i recente si è poi chiusa con successo la campagna AIB (antincendio boschivo) che ha visto impegnati i mezzi e le squadre, adeguatamente formate ed attrezzate, per le attività di avvistamento, spegnimento e bonifica in coordinamento con il Corpo forestale dello Stato e i Vigili del fuoco. Proprio per la campagna antincendio boschivo – ed in particolare per le accurate visite mediche alle quali si sono dovuti sottoporre i circa 100 volontari impegnati – la Provincia ha messo a disposizione del Coordinamento altri 5.000 euro circa di fondi regionali.

“La Provincia valuta con grande soddisfazione l’attività svolta dai volontari, dalle associazioni ed in particolare dal Coordinamento del presidente Luigi Foschi che in questi anni hanno saputo costruire una efficiente realtà operativa, come dimostrato dall’importante ruolo ricoperto dai volontari di Protezione civile in tutte le emergenze e nelle occasioni di prevenzione, come ad esempio la campagna antincendio boschivo e le esercitazioni svolte, a fianco delle altre forze istituzionali, anche nelle scuole”, commenta l’assessore provinciale Luciano Gobbi.