Seconda edizione Stati Generali Documentario Italiano

E’ stata presentata ieri, nell’ambito della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, la seconda edizione degli Stati Generali del Documentario Italiano, promossi da Doc/It, Associazione dei documentaristi italiani, che avrà luogo nella Sala “Auditorium” della Regione Emilia-Romagna in viale Aldo Moro, dal 20 al 23 settembre 2006.


Proiezioni, workshop, dibattiti, incontri, ruoteranno quest’anno sul tema unico della manifestazione, dedicata alla relazione tra il Documentario e le politiche delle Regioni Italiane, esaminata sotto tutti gli aspetti, i punti di vista e le prospettive, in termini culturali, economici, di mercato del lavoro qualificato e di promozione del territorio.

“L’intento – come ha sottolineato Alessandro Signetto, presidente di Doc/it -, è quello di fornire da un lato uno screening completo e aggiornato delle politiche regionali in tema di cinema e audiovisivo e in particolare nei confronti del documentario, focalizzando una situazione che coincide con l’inizio effettivo dell’attività legislativa ed amministrativa del nuovo Governo, e dall’altro di proporre stimoli, contributi, nuovi elementi di riflessione e proposte di cambiamento del quadro legislativo a partire dall’anno 2007, che a sua volta coincide con l’inizio delle nuove politiche comunitarie in ambito di Fondi strutturali (2007-2013), le cui definitive attribuzioni alle Regioni italiane sono state comunicate nel giugno 2006”.

“Questa iniziativa, di grande interesse nel panorama italiano, mette in luce la realtà del documentario, e ne indaga le possibilità di sviluppo in collegamento con le politiche regionali e con la normativa italiana. La Regione Emilia-Romagna, in particolar modo ha scelto, nell’ambito del piano triennale dello spettacolo, di sostenere questo genere cinematografico, così ricco di interpreti all’interno della nostra regione, congiuntamente al cinema di animazione, ai nuovi linguaggi, alle realtà innovative e all’impiego dei nuovi media. Il documentario costituisce infatti una ricchezza culturale e produttiva imprescindibile per la Regione Emilia Romagna, oltre che per il Paese, e valorizza un linguaggio audiovisivo che sa cogliere le trasformazioni sociali e culturali della nostra contemporaneità.
I vari soggetti che operano in questo ambito hanno dato vita all’Associazione D.E-R Documentaristi Emilia-Romagna e si presentano oggi, agli operatori del settore, anche con un video-catalogo, realizzato da Emilia-Romagna Film Commission e dalla Videoteca dell’Assemblea legislativa. Si tratta di un lavoro che mette in evidenza le capacità creative e produttive dei nostri documentaristi. La Regione non puo’ non guardare con favore al lavoro dell’Associazione dei documentaristi, e sostenerne l’attività affinché il documentario ritrovi anche all’interno delle sale cinematografiche lo spazio che merita”.

L’assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Alberto Ronchi, parteciperà nel pomeriggio a Villa Miralonda, (lungomare Marconi, 29) presso gli spazi di Fanaticaboutfestival, alla presentazione, in collaborazione con Doc/it, della terza edizione di Biografilm Festival, diretto da Andrea Romeo, dedicato alle biografie e ai racconti di vita. Sempre in questa occasione, sarà presentata la prossima edizione del Bellaria Film Festival – AnteprimaDoc, diretto da Fabrizio Grosoli e interamente dedicato, per il secondo anno, al documentario.