11 settembre: il ricordo della Provincia di Reggio Emilia

Anche la Provincia di Reggio ricorderà domani, in occasione del quinto anniversario, le vittime degli atti terroristici dell’11 Settembre. Lo farà con una cerimonia molto particolare che si terrà lunedì pomeriggio nel cortile di Palazzo Allende a partire dalle 16.20.

Dopo una breve commemorazione e un minuto di silenzio alle 16.28, ora del crollo della North Tower, la seconda delle Torri Gemelle, l’attrice Monica Morini darà lettura di alcuni brani di condanna degli atti terroristici e a favore della pace tra le comunità.

L’iniziativa, condivisa dal presidente del Consiglio provinciale Lanfranco Fradici, è stata promossa dalla presidente della Provincia, Sonia Masini, “in ricordo delle vittime dell’attentato che l’11 settembre del 2001 colpì gli Stati Uniti d’America e sconvolse tutto il mondo” e vuole rappresentare “un momento di raccoglimento e di riflessione a ricordo dei tragici fatti accaduti, nonché l’occasione per esprimere insieme la ferma condanna a tutti gli atti di terrorismo”.

Proprio giovedì la stessa presidente Masini, ricevendo a Palazzo Allende Nora B. Dempsey, console generale degli Stati Uniti a Firenze in visita ufficiale alla città, aveva espresso al rappresentante del Governo statunitense il cordoglio di tutta la comunità reggiana per la tragedia dell’11 Settembre. Nel corso dell’incontro, oltre a ricordare gli stretti legami tra le comunità reggiane e statunitensi soprattutto nei campi dell’economia ed in particolare della meccanica e della meccatronica, della sanità e dei servizi all’infanzia (“legami che la Provincia è intenzionata a mantenere ben saldi e ad incrementare, ampliandoli anche ad altri settori come il turismo, partendo dalle caratteristiche delle nostre “terre matilidiche” e l’agroalimentare e continuando a coinvolgere i cittadini e le istituzioni reggiani e americani”, aveva sottolineato la presidente della Provincia), Sonia Masini aveva illustrato al console americano, che di lì a poco avrebbe incontrato la realtà islamica reggiana, anche i rapporti con l
e tante comunità di stranieri presenti nella nostra provincia.

“Reggio ha conosciuto negli ultimi anni fenomeni di immigrazione consistenti che hanno prodotto anche inevitabili problematiche legate alla integrazione e in alcuni casi anche alla sicurezza – ha detto la presidente della Provincia – ma nel complesso con le comunità islamiche si è creato un rapporto di buona collaborazione, che tuttavia richiede grande attenzione e iniziative mirate sia sul fronte delle politiche di accoglienza sia su quello del rispetto delle regole, della cultura e delle tradizioni del nostro Paese”.