Dal 17 settembre in vigore nuovo orario regionale Trenitalia

Entrerà in vigore il prossimo 17 settembre, pressoché in contemporanea con l’apertura del nuovo anno scolastico, l’orario regionale 2006/2007 di Trenitalia. La nuova programmazione dei treni locali arriva in anticipo rispetto alla tradizionale scadenza di dicembre, quando sarà aggiornato anche l’orario dei treni nazionali e internazionali (10 dicembre).


Gli interventi sul nuovo orario sono stati elaborati da Trenitalia al fine di:
– recepire le istanze avanzate dalle Regioni e dai clienti;

– estendere dove possibile i sistemi di cadenzamento orario già accolti con soddisfazione dai viaggiatori;
– consolidare e migliorare le performance di regolarità e puntualità dell’intero sistema;
– favorire una più agevole integrazione con i treni nazionali e con gli altri vettori pubblici di trasporto.

Anche le novità del 17 settembre sono il frutto del costante confronto avviato a gennaio scorso con le Regioni, le Associazioni dei Consumatori e i Comitati dei Pendolari, e costituiscono il terzo blocco di interventi apportati all’orario entrato in vigore nel dicembre 2005, dopo quelli già adottati il 26 marzo e il 18 giugno scorso.

Gli interventi precedenti, che avevano già accolto molte delle richieste avanzate dalla clientela, hanno fra l’altro determinato un deciso miglioramento degli indici di puntualità. In questi primi otto mesi dell’ anno, in Emilia Romagna, la media dei treni regionali arrivati a destinazione in orario o entro i 5 minuti è stata infatti del 90%, partendo dal picco negativo di gennaio (87,5% ) e migliorando già di 2 punti e mezzo l’indice medio del 2005 (87,5%).

In occasione del cambio orario, Trenitalia ha predisposto una nuova edizione gratuita di “In Treno Orario Regionale” con gli orari dei servizi di Trenitalia aggiornati secondo le variazioni in vigore dal 17 settembre. L’edizione sarà disponibile nelle biglietterie di stazione e sarà inizialmente distribuita, dal 18 al 25 settembre, a tutti i clienti che consegneranno il vecchio orario, per proseguire poi, sempre gratuitamente, a tutti i clienti indistintamente.
Informazioni sul nuovo orario saranno diffuse attraverso locandine e annunci e si potranno ottenere presso le biglietterie e gli uffici di assistenza delle stazioni oppure visitando il sito di Trenitalia.

In Emilia Romagna le principali novità riguardano la linea Bologna – Milano, dove è stato fatto un primo passo in direzione di un maggiore distanziamento negli orari di partenza da Milano degli Intercity e dei Regionali Veloci diretti in Emilia Romagna, tendente a garantire – a regime – partenze cadenzate ogni mezz’ora, nonché sulla linea Bologna – Verona, dove il completamento del raddoppio dei binari fra San Giovanni in Persiceto e Crevalcore ha reso possibile introdurre, fra Bologna e Poggio Rusco, una nuova coppia di treni in una fascia oraria precedentemente priva di collegamenti.
Linea Bologna-Milano
I collegamenti fra la Lombardia e l’Emilia attualmente sono garantiti, oltre che dai treni Eurostar e da alcuni treni Interregionali, da un sistema di treni Intercity con cadenzamento orario e di treni Regionali Veloci (questi ultimi fra Milano e Parma e viceversa) con cadenzamento biorario.
L’obiettivo di Ferrovie dello Stato, sollecitate in questo dalla Regione Emilia Romagna, è il progressivo distanziamento degli orari di partenza da Milano dei treni IC e RV, sino a giungere a partenze ogni mezz’ora, anche attraverso il passaggio della frequenza dei collegamenti fra Milano e Parma da bioraria ad oraria.
Con l’orario in vigore del 17 settembre si compie un primo passo di questo processo, realizzabile nel suo complesso solo al termine del completamento di alcune importanti opere infrastrutturali, fra cui l’entrata in esercizio della linea AV/AC fra Melegnano e Lavino, il completamento del passante di Milano e il quadruplicamento di quello di Treviglio.
– In questa fase verrà posticipata di 5 minuti la partenza da Milano dei Regionali 2273, 2275, 2277, 2279, 2281 e 2289 che lasceranno il capoluogo lombardo rispettivamente alle 7.20, 9.20, 11.20, 13.20, 15.20 e 21.20, mentre il regionale 2283 partirà alle 17.25 con un posticipo di 10 minuti rispetto all’orario precedente;
– anticipano invece di 4 minuti le partenze da Parma (e di 5 l’arrivo a Milano) i Regionali 2278, 2280 e 2286 (nuove partenze alle 11.05, 13.05 e 19.05);
– la rimodulazione degli orari dei Regionali Milano – Parma ha reso inoltre possibile assegnare al R 2039 (Milano 17.15) la fermata di Forenzuola, dove il treno giungerà alle 18.24;
– anticipato di alcuni minuti anche l’orario di partenza del R 11409 Piacenza (14.11) – Bologna.
Ancora sulla linea Parma – Milano, i turni dei convogli in servizio fra le due città saranno riorganizzati. Grazie all’utilizzo di un treno in più sarà possibile, a condizioni costanti di offerta, prevedere a Parma soste più lunghe dei singoli convogli con vantaggi in termini di maggiore pulizia e puntualità.
Linea Bologna-Poggio Rusco (-Verona)
Il progressivo avanzare dei lavori di raddoppio in corso sulla linea, per quanto riguarda il tratto emiliano già a doppio binario fra Bologna e Crevalcore, ha reso possibile introdurre, dal lunedì al venerdì, una nuova coppia di treni fra Bologna e Poggio Rusco in una fascia oraria precedentemente priva di collegamenti:
– R 33930 in partenza da Bologna alle 9.37 con arrivo a Poggio Rusco alle 10.40 e fermate intermedie a Osteria Nuova (9.51), San Giovanni in Persiceto (9.58), Crevalcore (10.06), Camposanto (10.14), San Felice sul Panaro (10.20) e Mirandola (10.29).
– R 33929 in partenza da Poggio Rusco alle 10.21 e arrivo a Bologna alle 11.23, con fermate intermedie a Mirandola (10.28), San Felice sul Panaro (10.35), Crevalcore (10.49), San Giovanni in Persiceto (10.58) e Osteria Nuova (11.05).
I nuovi treni costituiscono un ulteriore passo avanti verso la realizzazione di un sistema cadenzato sulla linea che, dal 17 settembre – dal lunedì al venerdì, conterà 46 collegamenti, la maggior parte dei quali con partenze e arrivi cadenzati da Bologna, rispettivamente al minuto 37 e al minuto 23.
Sempre nell’ambito del sistema cadenzato al fine di garantire una migliore distribuzione del servizio offerto, dopo l’Interregionale 1776 delle 7.37, il R 6328 delle 7.48 posticiperà la partenza da Bologna alle ore 8.37, con arrivo a Poggio Rusco alle 9.34 e fermate intermedie a Osteria Nuova (8.48), San Giovanni in Persiceto (8.54), Crevalcore (9.03), Camposanto (9.11), San Felice sul Panaro (9.17) e Mirandola (9.24);
– lievi modifiche d’orario, anch’esse finalizzate al graduale perfezionamento del sistema cadenzato, per i Regionali 6329 Poggio Rusco (8.15) – Bologna (9.23), 6404 Bologna (17.07) – Poggio Rusco (18.08) e 2270 Bologna (21.07) – Verona (22.46).

Linea Bologna-Ravenna/Rimini
– Viene posticipata di 9 minuti la partenza da Ravenna del R 3005 Bologna – Ravenna – Rimini. La partenza alle ore 15.35 anziché alle 15.26 consente il proseguimento immediato su Rimini anche da parte dei viaggiatori provenienti da Ferrara con il R 11601.
– L’anticipo di 6 minuti (4.40 anziché 4.46) della partenza da Bologna del R 6463 per Rimini consentirà invece l’interscambio, a Rimini, con il R 12005 diretto ad Ancona.
Linea Bologna-Venezia
– Sulla linea Venezia – Bologna viene lievemente modificato il cadenzamento dei treni interregionali, con partenza da Bologna al minuto 55 anziché al minuto 53 e con arrivo a Bologna al minuto 05 anziché al minuto 07.
Altri lievi modifiche riguardano:
– il R 6437 Ferrara (22.13) – Bologna, che fermerà anche a Bologna Corticella;
– gli orari di partenza dei treni Regionali R 6411 Ferrara 9.10 (anziché 9.12) – Bologna 9.57; R 6335 San Pietro in Casale 17.31(anziché 17.33) – Bologna 17.57; R 11477/6557 Ferrara 7.57 (anziché 7.55) – Bologna 8.46.
Linea Fidenza-Fornovo

In coerenza con lo studio della Società per la mobilità e il trasporto pubblico di Parma e con le richieste che ne sono scaturite, l’offerta sulla linea viene così modificata:
– il R 6752 Fornovo – Fidenza partirà alle ore 7.03 (anziché 7.04) con arrivo a Fidenza alle 7.28;
– il R 6753 Fidenza – Fornovo partirà alle 7.34 (anziché 7.41) e non effettuerà le fermate di Noceto, Medesano e Felegara, con arrivo a Fornovo alle 7.51 (anziché 8.04);
– il R 6756 partirà da Fornovo alle 13.20 (anziché 13.13) e non effettuerà le fermate di Felegara, Medesano e Noceto, con arrivo a Fidenza alle 13.37 (anziché 13.36);
– il R 6757 partirà da Fidenza alle 13.43 (anziché 13.41) con arrivo a Fornovo alle 14.08 (anziché 14.06);
– il R 6760 partirà da Fornovo alle 14.14 (anziché 14.11) con arrivo a Fidenza alle 14.39 (anziché 14.36).
Linea Piacenza-Cremona
– Rimodulata l’offerta, nella fascia serale, sulla linea Piacenza – Cremona. In particolare i R 5005 e 4981 Piacenza – Cremona partiranno rispettivamente alle 19.35 e 20.55 (anziché 19.17 e 20.50), mentre i R 5004 e 5006 Cremona – Piacenza partiranno alle 18.57 (anziché 18.44) e 20.18 (anziché 20.00) con arrivo a Piacenza rispettivamente alle 19.27 e 20.48.
Linea Bologna-Prato
– Variazioni di pochi minuti sono previste nelle partenze di tre treni Regionali tra Bologna e Prato. Si tratta dei R 6544 e 6546 Prato – Bologna che partiranno rispettivamente alle 9.58 e 13.58, posticipando l’orario di 2 minuti e del R 6545 Bologna – Prato che, al contrario, anticiperà la partenza da Bologna dalle 14.54 alle 14.52.