Appennino: clandestino muore in infortunio sul lavoro

Mortale infortunio sul lavoro in una segheria dell’Appennino, lungo la Fondovalle, dove Constantin Ciofoaia, rumeno clandestino di 44 anni, è morto probabilmente a causa di uno shock anafilattico causato dalla puntura di vespe.

Verso le 13 Constantin Ciofoaia stava spostando della legna per caricarla su un trattore, quando ha inavvertitamente scoperto un alveare di vespe ed è stato punto.

Quando è arrivato l’elisoccorso del 118 era già troppo tardi, l’uomo è morto infatti dopo pochi istanti dalla puntura.