Mobilità in vallata del Savena: dichiarazione Gruppi DS e Margherita

La posizione assunta dal Presidente della Comunità Montana Cinque Valli Andrea Marchi, dal VicePresidente Remo Rocca e dei Sindaci di centro sinistra dei Comuni del territorio, in relazione alle esigenze infrastrutturali della rete viaria e ferroviaria del territorio ci pare assolutamente condivisibile e merita il sostegno delle forze politiche dell’Unione, a cominciare dall’Ulivo.

La priorità assoluta per l’intera area resta quella della realizzazione del nodo di Rastignano e della linea direttissima ferroviaria Bologna-Firenze.

Collegamenti intervallivi fra la zona Savena e il Setta possono essere anche studiati senza tuttavia cadere in proposte improvvisate ad uso e consumo di alcuni esponenti politici di centro destra, abili a strumentalizzare le reali esigenze della popolazione.

Il Comitato civico che si insedierà avrà l’attenzione che merita da parte delle istituzioni e delle forze politiche ma dovrebbe darsi un obiettivo più ampio di quello dichiarato di una singola bretella di collegamento, poiché sono in gioco i reali interessi per la competitività del territorio delle Cinque Valli che passano per la realizzazione del nodo viario di Rastignano e della ferrovia direttissima Bologna-Firenze.

(Massimo Gnudi e Gabriele Zaniboni dei Gruppi DS e Margherita della Provincia di Bologna)