L’associazione Artemisia interviene su violenza contro donne

Nella riunione di mercoledì 11 settembre le aderenti all’Associazione Artemisia di Sassuolo hanno deciso di prendere pubblica posizione sui fatti che quotidianamente in sanguinano le nostre città e trasversalmente i ceti sociali.
Parliamo della strage delle donne, delle ragazze e delle bambine.


Ogni giorno un fatto di sfruttamento delle adolescenti per la prostituzione e la pedopornografia, uccisioni , atti di estrema violenza contro le donne, che arrivano fino a dare la morte.

Mariti, ex fidanzati, amanti, quasi un episodio al giorno nelle cronache di tutto l’anno.



Le violenze molto spesso avvengono tra le mura domestiche: in tanti anni di coinvolgimento della società in un percorso di pari opportunità e di rispetto delle differenze, ancora non si è arrivati a fermare quello che “ giustamente dalle amiche dell’UDI è stato definito “ femminicidio”.



Cosa devono pagare ancora le donne per avere diritto alla libertà della propria vita?.
La vita quotidiana nella società è diventata più precaria, la sopraffazione invade il mondo del lavoro, la famiglia ha un ruolo insufficientemente riconosciuto, e nel rapporto tra i sessi e fra le generazioni, la violenza è diventata più feroce.


Le donne vengono uccise per “ eccesso di amore”, crimini a volte quasi giustificati come raptus.
Il problema non riguarda solo le donne ma tutta la società che deve interrogarsi in primo luogo su cosa si intende per violenza alle donne: solo in questo modo si potrà fare il primo passo verso una ridefinizione vera del rapporto tra i sessi.
Perché il dilagare degli omicidi e delle violenze sulle donne, i fanciulli e tutti i soggetti più deboli termini, e chiediamo alle Istituzioni di mettere in atto delle “ Azioni positive” di valorizzazione della differenza di genere e di rispetto della persona con iniziative mirate nelle scuole di ogni ordine e grado, e dei percorsi e corsi formativi per genitori ed insegnati affinché le generazioni future non debbano , ogni giorno leggere sui giornali le azioni criminali, e i suicidi di tante donne e persone deboli.



Con questo scopo si chiederà un appuntamento all’Amministrazione Comunale con lo scopo di conoscere i progetti su queste tematiche.

ASSOCIAZIONE CULTURALE ARTEMISIA GENTILECHI, PROGETTI AL FEMMINILE.
PRESIDENTE TERMANINI DONATELLA