Chiusa con grandi numeri la Festa de l’Unità di Bologna

900.000 visitatori hanno partecipato ai ventisei giorni di dibattiti e spettacoli presso la Festa bolognese de l’Unità. Gran parte del successo – ricordano i Democratici di Sinistra nel tirare le somme – è dovuto alle migliaia di donne e uomini che hanno prestato servizio volontario, per l’intero periodo della manifestazione.

2.000 volontari presenti ogni giorno per 280.000 ore di lavoro. I pasti serviti nei 18 ristoranti sono stati 155.000. Ben 15.000 solo le porzioni di ‘tortellini in brodo’ servite, superate parò dai decisamente più estivi gelati: 35.000.
58 gli spettacoli e le animazioni per quasi 15.000 piccoli visitatori, 720 i giovani artisti che si sono esibiti nel Festival delle Arti, 34.000 i visitatori della libreria, 18.000 le tessere per l’ingresso allo spazio Estragon e 28.000 i partecipanti alle attività del Challenge – Corri con l’Unità.
Dal punto di vista strettamente economico: 2.950.000 gli euro incassati.