I tour operator europei si incontrano a Modena

Vendere e comprare viaggi e soggiorni nelle regioni europee che, come Modena e l’Emilia, conservano le testimonianze più importanti e suggestive dell’architettura romanica. E’ quanto accadrà sabato 23 settembre nella chiesa di San Paolo a Modena durante “Transromanica Tourism Exchange”, la prima borsa turistica internazionale dedicata agli itinerari del romanico, promossa e coordinata dalla Provincia di Modena.

Tour operator provenienti da tutta Europa – Austria, Germania, Spagna, Lituania, Olanda, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Gran Bretagna e Italia – incontreranno una quarantina di operatori dell’offerta turistica delle regioni partner nel progetto europeo “Transromanica”: Sassonia-Anhalt e Turingia in Germania, Carinzia in Austria, Slovenia, Provincia di Modena, capofila per l’Italia, a cui si uniscono le Province di Parma e Ferrara.

“Negli ultimi anni anche in Italia è aumentato il turismo culturale e in particolare è cresciuta l’attrattiva dei centri minori che anche in Emilia vantano un grande patrimonio storico, artistico e architettonico. La borsa turistica del Romanico – commenta Beniamino Grandi, assessore provinciale alla Cultura e al turismo – è quindi un’ottima opportunità di avviare un’azione di marketing e promozione transnazionale, di creare pacchetti turistici ad hoc, di scambiare conoscenze ed esperienze”.

Nella giornata di sabato verranno presentati i pacchetti turistici del Romanico approntati dai paesi partner del progetto ma il programma della Borsa turistica propone anche, da giovedì 21 a domenica 24 settembre, uno speciale training per circa venti guide turistiche provenienti dai paesi partner e alcuni “educational tour” per gli operatori turistici sugli itinerari del romanico emiliano, dal Duomo di Modena alle terre di Matilde di Canossa, dalla chiesa della Sagra di Carpi all’abbazia di Nonantola fino alle cattedrali di Parma e Ferrara.