Bologna: assistenti domiciliari, Comune approva ordine del giorno

Il Consiglio Comunale ha approvato ieri un ordine del giorno sulla situazione delle assistenti domiciliari in cui, tra l’altro si chiede “che
il fondo per la non autosufficienza della Regione Emilia-Romagna, destinato ai servizi di integrazione sociosanitaria, possa contribuire anche al sostegno delle famiglie che si rivolgono alle assistenti domiciliari, favorendo la tutela e il rispetto dei loro diritti”.


In merito a questo ordine del giorno, predisposto dalla Commissione consiliare delle Elette, in congiunta con la Commissione Sanità e Politiche sociali, Siriana Suprani, Presidente della Commissione delle Elette, sottolinea l’importanza dell’indagine che si è sviluppata e approfondita durante le 6 udienze conoscitive con le associazioni, e l’importanza del problema affrontato in particolare rispetto a due fragilità: la lavoratrice straniera e l’anziano non autosufficiente. Due soggetti che hanno bisogno
l’uno dell’altro, ma che spesso entrano in conflitto. La Presidente Suprani inoltre rileva il buon lavoro di collaborazione svolto con la Giunta e il
percorso importante avvenuto attraverso i Quartieri, e dunque sul territorio.

L’ordine del giorno, è stato approvato con la seguente votazione 18 voti favorevoli (DS; Riformisti; Verdi; LtB; G.Misto) e 5 astenuti (FI; AN).