Picchia e violenta una prostituta, in manette un modenese

Il fatto risale alla notte del 18 agosto ma solo in questi giorni la notizia è stata resa nota dagli inquirenti. L’uomo, dopo aver concordato una prestazione sessuale con una ucraina di 36 anni avvicinata su via Emilia Ovest, avrebbe abusato di lei contro la sua volontà rapinandola infine della borsetta, contente 650 euro.

Grazie all’identikit fatto dalla vittima l’uomo venne identificato nel giro di poco tempo.
Al giovane, M.B., operaio modenese di 26 anni
con precedenti e una ‘immaturità comportamentale’, sono stati inflitti il 6 settembre dal gip Malvasi gli arresti domiciliari. Il giovane avrebbe confessato di aver rapinato la prostituta, ma non di averla violentata. Nel 2006 era già stato denunciato per atti osceni.