Reggio E.: morto Natale Terzo, fu condannato a 15 anni per violenze su minori



E’ morto per una grave malattia ai polmoni Natale Terzo, 62 anni. Lo riferisce la ‘Gazzetta di Reggio’.
Fù condannato a 15 anni di reclusione per violenza sessuale nei confronti di 17 bambini del Reggiano e del Modenese. Dopo averne scontati tre, poco più di cinque mesi fa aveva ottenuto gli arresti domiciliari, per curarsi, nell’abitazione della sorella a Novellara.

Il suo difensore, l’avvocato Alessandro Verona, aveva ottenuto il provvedimento con una consulenza medica secondo la quale in carcere non poteva ricevere le cure necessarie.
Qualche giorno prima della lettura della sentenza, nel 2005, l’uomo aveva invocato la castrazione chimica: ”Perchè – disse – se esco dal carcere torno a caccia di bambini. Io non sono un mostro, sono solo malato. Ho agito sempre in base ad un impulso più forte di me”.

Terzo – aveva accertato l’accusa – adescava i minori spostandosi, tra le province di Reggio Emilia e Modena, con quello che era stato ribattezzato ‘il camper degli orrori’, a bordo del quale aveva attirato, in un lungo periodo cominciato nel ’71, le sue giovani vittime con caramelle e biglietti per il luna park. L’udienza d’appello era già stata fissata per il 5 ottobre prossimo a Bologna.