Scuola Modena: iniziative per insegnanti, dirigenti e genitori

L’accoglienza degli alunni con disabilità, l’integrazione degli studenti stranieri, il ruolo dei genitori nella scuola, ma anche l’attualità dell’insegnamento di Don Milani a quarant’anni dalla pubblicazione di “Lettera ad un professoressa” e gli itinerari scuola-città che quest’anno superano quota 200.

Sono i temi centrali delle iniziative organizzate dall’assessorato all’Istruzione del Comune di Modena in concomitanza con l’avvio del nuovo anno scolastico. Per il secondo anno è infatti stato accolto l’invito dell’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia a partecipare al “settembre pedagogico”.

Tutti gli appuntamenti, tra cui spiccano l’inaugurazione di un nido d’infanzia e l’ampliamento di una scuola d’infanzia, sono raccolti nel programma di “Buon anno scuola”, un titolo che vuole essere in primo luogo un augurio a studenti, insegnanti, genitori e personale scolastico.
“La scuola rimane l’unica istituzione che ancora accoglie tutti – sottolinea l’assessore Adriana Querzè – nonostante tutto quello che si è detto e scritto senza conoscerla, amplificando le brutture presenti e dimenticando di descrivere la normalità e l’umanità dei miracoli che quotidianamente vi si compiono. Per questo crediamo importante parlare di genitori che dedicano parte del loro tempo libero alla scuola per tenere corsi contro il disagio, di genitori di ragazzi disabili che cercano di capire meglio come funziona la scuola per facilitare, insieme a docenti e istituzioni, l’inserimento dei loro figli, di insegnanti che s’inventano nuovi modi per far convivere nelle loro classi studenti di nazionalità e lingue diverse”.

Gli appuntamenti, che continueranno sino alla fine di ottobre, prendono il via domani, mercoledì 12 settembre, alle ore 17, con “Quella volta che ho incontrato Lettera a una professoressa”. Sarà l’occasione per riflettere, attraverso i racconti di studenti e insegnanti, su quali idee di Don Milani siano presenti nella scuola di oggi e su quali possano essere utili per la scuola di domani.

E a proposito del maestro di Barbiana, sarà proprio la scuola cittadina Don Milani, convenzionata con il Comune e gestita dalla cooperativa “L’isola che c’è”, a inaugurare una delle prime sezioni Primavera che prendono il via nel territorio comunale. Sabato 22 settembre, alle ore 11, presente l’assessore Querzè, sarà inaugurato il nuovo nido d’infanzia Don Milani, in via Forlì 125. A seguito dei lavori di ristrutturazione ed ampliamento della materna, si sono resi infatti disponibili i nuovi locali per il nido che accoglierà 21 bambini di età dai 24 ai 36 mesi. Sedici dei 21 posti disponibili sono assegnati in convenzione ai bambini delle graduatorie comunali. La sezione Primavera delle Don Milani e quella della scuola “Elena Giovanardi” di Cittanova sono le prime, nel territorio comunale, ammesse al contributo statale concesso dal Ministero della Pubblica Istruzione per la costituzione di nuovi servizi educativi a carattere sperimentale per bambini tra i 24 e i 36 mesi.

Venerdì 5 ottobre, alle ore 18, inaugurerà anche la nuova ala della scuola d’infanzia Saliceto Panaro, in via della Scienza 66. La scuola è stata ampliata e resa più funzionale dalla costruzione di un edificio che ospita refettorio e palestra ed è realizzato con tecniche di risparmio energetico, quali un’innovativa copertura “verde” con terra ed erba sul tetto.

Per quanto riguarda gli altri appuntamenti di “Buon anno scuola”, martedì 18 settembre, alle ore 17, sarà presentato agli insegnanti “L’ottovolante. Il gioco dell’infinito”, un gioco capace di rimescolare le dinamiche della classe per valorizzare anche i ragazzi che vivono in condizioni di marginalità.
I genitori degli alunni di elementari e medie inferiori, con le loro esperienze di partecipazione alla vita della scuola, saranno protagonisti dell’incontro di giovedì 27 settembre, ore 20.30, “Non solo feste: i Comitati Genitori raccontano le migliori esperienze di partecipazione alla vita della scuola”.

Mercoledì 10 ottobre saranno presentati gli oltre 200 percorsi didattici proposti dal Comune alle scuole cittadine di ogni ordine e grado per conoscere la città. Verranno in particolare illustrati i nuovi itinerari scuola-città riguardanti la città, il territorio, le sue carte e le sue rappresentazioni. Questi tre primi incontri avranno luogo al Multicentro Educativo Sergio Neri, in via Jacopo Barozzi 172, dove si terrà anche “Prima della prima: i genitori incontrano i rappresentanti delle istituzioni per un primo anno di inserimento diverso”, una serie di incontri – promossi da Anffas, Aut Aut, Uildm, Comune di Modena, Usp e Ausl – riservati ai genitori di bambini e ragazzi con disabilità che affrontano il primo anno di una nuova scuola. Ogni appuntamento sarà riservato ad un ordine scolastico: il 2 ottobre per nidi e scuole d’infanzia, il 9 ottobre per le primarie, il 16 ottobre per le secondarie di primo grado e il 23 ottobre per le secondarie di secondo grado. L’obiettivo è informare sui servizi, le opportunità, le esperienze maturate sul territorio.

Lunedì 15 ottobre, alle ore 17, presso l’Itis Corni di via Leonardo da Vinci 300, saranno invece presentati i risultati di una ricerca sull’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri nelle scuole primarie di Modena. Parteciperà alla discussione anche l’assessore regionale all’Istruzione Paola Manzini.

Sarà infine il viceministro all’Istruzione Marinagela Bastico ad intervenire all’appuntamento previsto per venerdì 19 ottobre alle ore 17, sempre presso l’Itis Corni, dedicato alle nuove indicazioni nazionali per il Curricolo.