Settembre formiginese: Leoni (FI) ‘Una tassa in più per i commercianti’

Andrea Leoni (FI) ha rivolto una interrogazione alla Giunta per sapere come giudichi la decisione dell’Amministrazione comunale di Formigine, in provincia di Modena, di obbligare i commercianti, in occasione della manifestazione ‘Settembre formiginese’, al pagamento di una quota sostitutiva rispetto alla normale tassa di occupazione del suolo pubblico (TOSAP).

L’esponente azzurro, nel ritenere tale decisione “un grave limite all’attività e alla libera scelta dei commercianti di Formigine che vorrebbero esporre la loro merce pagando la normale tassa per l’occupazione del suolo pubblico”, chiede alla Regione se sia nelle competenze e nei poteri dell’Amministrazione comunale di Formigine imporre il pagamento di quote in sostituzione al pagamento della normale tassa di occupazione di suolo pubblico.

Leoni, chiede anche di conoscere le ragioni per le quali l’Amministrazione comunale di Formigine abbia deciso, per l’organizzazione dell’edizione 2007, di avvalersi di un collaboratore esterno e a quanto ammonti l’importo dovuto per questa collaborazione.
Il consigliere, infine, vuole conoscere l’introito derivante da sponsorizzazioni o da altre quote richieste ai commercianti e se e come l’Amministrazione comunale di Formine intenda investire il ricavato della suddetta manifestazione.