L’Emilia Romagna inaugura l’anno scolastico 2007/2008

Con una lezione magistrale del professor Zygmunt Bauman, la Regione Emilia-Romagna inaugura simbolicamente l’anno scolastico 2007/2008. Il sociologo, tra i più significativi del nostro tempo, parlerà di “Vite di corsa. Le sfide all’educazione della modernità liquida” giovedì 13 settembre, alle ore 17, presso l’aula absidale di S. Lucia, in via De’ Chiari, a Bologna.


Quella di Bauman sarà la prima delle lezioni che l’assessorato regionale alla Scuola intende realizzare nell’arco del anno scolastico centrate sul tema del sapere necessario. “Quel sapere che è fondamento delle società consapevoli, giuste e coese – spiega l’assessore regionale alla Scuola, Paola Manzini – che è indispensabile alla crescita e all’innovazione del nostro sistema economico-produttivo, senza il quale è più difficile comprendere ed accogliere saperi altri. Sapere che a volte coincide con la capacità di sapere apprendere”.
“Gli approcci al tema del sapere necessario devono essere molteplici – continua Manzini – soprattutto in questa fase in cui il nostro sistema educativo è impegnato a ripensare parte del proprio ruolo per essere in grado di capire le dinamiche di un contesto sociale che muta in fretta. Mi auguro – aggiunge l’assessore – che le lezioni possano accompagnare questo impegno, oltre ad essere un segnale della priorità che la Regione Emilia-Romagna riserva al sapere quale via e strumento privilegiato per affrontare le criticità e innalzare il proprio profilo economico e sociale”.

Al via l’anno scolastico 2007/2008
Sono 475.626 gli studenti dell’Emilia-Romagna sui banchi di scuola nel prossimo anno scolastico, 10.124 in più rispetto allo scorso anno.
I bambini iscritti alle scuole dell’infanzia sono 49.562, 170.418 gli alunni della scuola primaria, 98.944 i ragazzi della scuola secondaria di primo grado (media) e 156.702 quelli della scuola secondaria di secondo grado (superiori).

La riapertura delle scuole è prevista per il 17 settembre ma in Emilia-Romagna sono 370 le scuole tra materne, elementari, medie e istituti superiori, che hanno scelto di anticipare, per esigenze didattiche, il rientro in classe. La maggioranza delle scuole che ha modificato il calendario regionale, ha scelto una data tra lunedì 10 e giovedì 14 settembre 2007 per dare il via alle lezioni.
Per tutti gli altri, la campanella suonerà il 17 settembre così come stabilito dal calendario regionale per l´anno scolastico 2007-2008.
Le vacanze natalizie andranno dal 24 dicembre 2007 al 5 gennaio 2008, mentre quelle pasquali inizieranno il 20 marzo e termineranno il 25 marzo 2008. Altri giorni di sospensione obbligatoria delle lezioni saranno il 1° novembre, l´8 dicembre, il 25 e 26 dicembre, il 1° gennaio, il 6 gennaio, il 24 marzo, il 25 aprile, il 1° maggio, il 2 giugno e il giorno della festa del Santo Patrono.
Quest’anno inoltre sarà effettuata la sospensione delle lezioni il 2 e 3 di novembre 2007.
Complessivamente i giorni di scuola sono dunque 204, ma le singole scuole potranno adattare il calendario scolastico alle loro esigenze didattiche, fermo restando l’obbligo di non scendere al di sotto dei 204 giorni di lezione, nonché il 9 giugno come termine delle lezioni.

“Pur di fronte a problemi non ancora completamente risolti possiamo dare piena garanzia che l’attenzione della Regione non diminuirà”, assicura l’assessore regionale alla Scuola Paola Manzini.