Rebaudengo, Catalano e Marcheselli inaugurano l’anno scolastico

L’assessore provinciale all’Istruzione Paolo Rebaudengo, il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Luigi Catalano, il dirigente
dell’Ufficio Scolastico Provinciale Paolo Marcheselli e il sindaco di San Giovanni in Persiceto Paola Marani hanno inaugurato questa mattina l’anno
scolastico 2007/2008 del territorio bolognese nell’Istituto Statale di Istruzione Superiore Archimede.


L’anno scolastico inizia quest’anno con importanti provvedimenti: l’innalzamento a 16 anni dell’obbligo di istruzione, il ripristino del
tempo pieno nella scuola primaria, la valorizzazione dell’istruzione tecnica.

«Questo anno, ha affermato Rebaudengo, costituisce un ponte verso una svolta positiva caratterizzata da maggiore rigore e attenzione al successo formativo degli studenti. I provvedimenti sui poli tecnici e professionali consentiranno di realizzare le linee previste dall’Amministrazione
provinciale relative a un migliore e più proficuo rapporto tra le scuole e l’economia territoriale. Con un numero complessivo di 28.412 studenti
(oltre 700 in più rispetto all’anno scorso) e 2679 docenti, le scuole medie superiori del territorio provinciale offrono un’ampia offerta formativa
negli indirizzi liceali, tecnici e professionali. ».
Catalano ha evidenziato che l’Istituto Archimede è stata scelto per l’inaugurazione dell’anno scolastico nel bolognese perché rappresentativo di una significativa presenza di un’ampia offerta formativa sia di tipo liceale che tecnica in un territorio nel quale la scuola ha saputo costruire un ottimo rapporto con le comunità locali. Marcheselli ha sottolineato l’importanza della presenza dell’amministrazione scolastica sul territorio, in particolare in questa occasione, e la grande capacità di collaborazione tra uffici, scuole ed
enti locali. Allo stesso tempo ha assicurato studenti e famiglie che la scuola di San Giovanni in Persiceto, così come quella di tutta la
provincia, per professionalità e deontologia professionale dei docenti, è in grado di assicurare la più alta offerta formativa. Diretto dal dirigente
scolastico Giuseppe Riccardi, l’Archimede, con 930 studenti, è uno dei più importanti poli medi superiori della provincia, con sezioni liceali
(scientifico, linguistico e, da due anni, classico) e tecnici (per geometri, ragionieri, periti elettronici, elettrotecnici, delle
telecomunicazioni).
Marani, ha espresso la sua fiducia nella scuola ringraziando Catalano, Marcheselli e Rebaudengo per la collaborazione dimostrata e l’interesse
verso le problematiche del territorio. Un apprezzamento è stato da tutti espresso al dirigente scolastico Riccardi e a tutti i docenti della scuola per il lavoro svolto.