Associazione di categoria sulla cessazione operatività del ‘fondo sicurezza’

Le associazioni di categoria di Confesercenti, Confcommercio, Cna e Lapam dell’Area Nord, esprimono il loro forte disappunto sulla decisione della Camera di Commercio di Modena di cessare l’operatività del “fondo sicurezza”, a beneficio delle piccole imprese che si dotano di sistemi di sicurezza.

L’Area Nord si trova da tempo a dover fronteggiare un forte problema legato alla microcriminalità, che non è certamente risolvibile solo con l’installazione di sistemi di difesa passiva quali impianti di video sorveglianza o anti intrusione ma che, grazie ai fondi per la sicurezza camerali e comunali, possono essere dei forti deterrenti.

Le scriventi associazioni ritengono che, se a dicembre 2006 la giunta camerale ha messo a disposizione 150.000.000 di euro per tutta la provincia sul fondo sicurezza e la somma è stata completamente utilizzata, significa che i nostri imprenditori (che vivono tutti i giorni con l’angoscia di furti o rapine) hanno investito le loro risorse per dotarsi di sistemi di sicurezza.

Ora tocca alla Camera di Commercio fare la propria parte ripristinando, con una somma adeguata, il capitolo “fondo per la sicurezza”.