Blitz antiprostituzione a Reggio: un arresto

Con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, i carabinieri hanno tratto in arresto la 62enne E.S., con precedenti di polizia specifici, residente a Reggio Emilia.

L’operazione ha consentito di localizzare in un appartamento di Via Martiri di Cervarolo un’alcova del sesso a pagamento gestita dalla proprietaria di casa. La donna riceveva clienti dalle 9 alle 23.
I carabinieri, appostati nei pressi dell’abitazione, hanno atteso i clienti al termine degli incontri a pagamento per poi condurli in caserma e interrogarli. A fingersi cliente anche un maresciallo, ricevuto dalla 62enne. La donna ha concordato il prezzo, ma in realtà a prostituirsi era una giovane rumena alle sue dipendenze. Quando il Maresciallo ha consegnato in anticipo il denaro alla ragazza, che a sua volta lo ha girato alla maitresse, è scattato il blitz. Sequestrati alla donna oltre 400 euro, provento dell’attività di meretricio, e circa 120 preservativi.