Karate: Maranello Made in Red in Polonia

Ancora un ottimo risultato per Mariaelena Mililli, la giovane atleta del gruppo sportivo Hiroshi Shirai di Maranello che nel corso degli ultimi anni si è imposta come una delle realtà più significative nell’ambito delle arti marziali del nostro paese.

I prossimi 22 e 23 settembre Mariaelena parteciperà ai campionati mondiali che avranno luogo in Polonia, una trasferta prestigiosa che vede il contributo dello sponsor Maranello Made in Red, il marchio registrato dell’amministrazione comunale per promuovere le eccellenze maranellesi in tutto il mondo. Quello del Made in Red è un contributo di particolare importanza per le discipline “minori” come le arti marziali, a sostegno dell’attività di un atleta che negli ultimi anni, insieme all’associazione Hiroshi Shirai, ha conseguito importanti risultati. Una partnership che giunge in un momento importante per l’associazione sportiva: proprio in questi giorni il gruppo Hiroshi Shirai, guidato da Gianni Garuti, festeggia i ventincinque anni di attività (sabato 15 settembre alle ore 17 gli atleti di karate e judo si esibiranno in occasione dell’inaugurazione della nuova scuola primaria Carlo Stradi).

Nata a Modena nel 1981, Mariaelena inizia la pratica del Karate nel 1990. Nel 1997 inizia l’attività agonistica, vince la Coppa Italia cinture marroni nella specialità del Kumitè (combattimento) e acquisisce automaticamente il grado di Cintura nera 1°Dan. Nel 2001 diventa 2°Dan, nel 2005 entra a far parte della squadra Nazionale dell’Istituto Shotokan Italia e viene invitata agli allenamenti della Nazionale I.T.K.F l’anno successivo. Nel 2006 ottiene il 3° Dan. Da sempre allieva del maestro Gianni Garuti, Mariaelena cresce nel suo gruppo sportivo dedicato agli insegnamenti di Hiroshi Shirai, trasmettendole i fondamenti tecnici e morali che segneranno positivamente il suo percorso sportivo. Importanti per la crescita dell’atleta sono sicuramente anche gli incontri con vari personaggi di spicco nel panorama italiano del Karate Shotokan Tradizionale: Assunta Cabiddu, pluricampionessa mondiale che Mariaelena ha sempre preso come riferimento e Carlo Fugazza, uno dei maggiori esponenti del Karate in Italia e all’estero, incontrato dall’atleta nel periodo universitario trascorso a Milano. Ultimi ma non meno importanti i maestri che seguono la rappresentativa nazionale: Nadia Ferluga (kata) e Loris Guidetti (kumitè) per l’I.S.I e il maestro Bianchi per I.T.K.F. Tra i risultati più significativi ci sono le vittorie ai Campionati Italiani nel Kumitè (specialità preferita) del 1997, 1998, 2002, 2005 e 2006. Altrettanto importanti i podi ottenuti ai Nazionali nelle specialità del Kata e Fukugo negli 11 anni di carriera agonistica. Le esperienze più significative sono quelle seguite alla recente convocazione nella Squadra Nazionale che hanno portato all’esordio dell’atleta in un triangolare internazionale di Kumitè a squadre miste tra Belgio, Germania e Italia nel Giugno del 2006. Nel novembre del 2006 Mariaelena ha partecipato come titolare nel Kumitè individuale ai Campionati Europei disputati in Svizzera.